Concorsi pubblici, addio ai limiti di altezza
Lo sai che?
30 Dic 2015
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Concorsi pubblici, addio ai limiti di altezza

Il nuovo regolamento in materia di parametri fisici per l’ammissione ai concorsi abolisce i limiti di altezza in favore di nuovi requisiti

 

Entrerà in vigore il 13 gennaio 2016 il nuovo regolamento per l’ammissione ai concorsi [1], il reclutamento e, in generale, per l’accesso ai ruoli del personale militare delle Forze armate, delle Forze di polizia a ordinamento militare e civile, e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. La nuova normativa abolisce, finalmente, i vecchi parametri di altezza, e individua dei nuovi parametri fisici, che dovranno essere applicati uniformemente ed omogeneamente, ma differenziati a seconda del sesso del candidato, al posto dei limiti di statura.

 

 

I nuovi requisiti fisici per l’accesso ai concorsi

Nel dettaglio, i nuovi parametri fisici per l’ammissione ai concorsi pubblici in sostituzione dei limiti di altezza saranno tre:

 

– la composizione corporea: in particolare, la percentuale di massa grassa nell’organismo non deve essere inferiore al 7% e superiore al 22 % per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al 12% e superiore al 30% per le candidate di sesso femminile; la valutazione deve essere effettuata tramite bioimpedenziometria;

 

– la forza muscolare, che non deve essere inferiore a 40 kg per i candidati di sesso maschile, ed a 20 kg per le candidate di sesso femminile; la valutazione deve essere effettuata con dinamometro alla mano dominante, ed espressa in chilogrammi (Kg);

 

– la massa metabolicamente attiva: nel dettaglio, la percentuale di massa magra teorica presente nell’organismo non deve essere inferiore al 40 % per i candidati, ed al 28% per le candidate; la valutazione deve essere effettuata tramite bioimpedenziometria.

Per tener conto di eventuali condizioni tecniche o individuali, è consentito, nelle selezioni, uno scarto massimo del 10% rispetto ai valori elencati.

 

 

Nuovi requisiti fisici: entrata in vigore

I nuovi parametri fisici dovranno essere rispettati in tutti i bandi di concorso pubblicati posteriormente alla data di entrata in vigore del regolamento, quindi dopo il 13 gennaio 2016. Pertanto, i bandi già pubblicati, che ancora prevedono i vecchi requisiti di altezza, restano validi.

 

 

Nuovi requisiti fisici: a chi non si applicano

Gli elencati requisiti fisici non devono essere applicati nelle procedure di reclutamento e per l’accesso ai ruoli del personale militare delle Forze armate, delle Forze di polizia a ordinamento militare e civile e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco da destinare ai gruppi sportivi, in qualità di atleti o di istruttori.

 

v325


[1] D.P.R. 207/2015.

 

Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Scarica e archivia l'articolo in pdf
Per avere il pdf inserisci qui sotto la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Download PDF SCARICA PDF
 


 
Commenti