Concorso Ispettori Polizia di Stato, come prepararsi
Bandi-Concorsi
6 Gen 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Concorso Ispettori Polizia di Stato, come prepararsi

Concorso 320 allievi vice ispettori, verifiche d’esame e programma completo: diritto penale, processuale penale, civile, amministrativo, costituzionale, legislazione P.S.

 

È stato recentemente pubblicato, dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, un nuovo Bando di concorso, per selezionare 320 allievi vice ispettori, all’interno del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato.

Per parteciparvi, oltre ai requisiti fondamentali, comuni a tutti i concorsi (godimento dei diritti politici e civili, assenza di condanne penali, etc.), sono richiesti alcuni requisiti particolari:

 

– età non superiore a 32 anni, alla data del 21 gennaio 2016;

– diploma d’istruzione secondaria superiore che consenta l’accesso all’Università;

– idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia (con statura non inferiore a metri 1,65 per gli uomini e a metri 1,61 per le donne);

non essere stati obiettori di coscienza ammessi a prestare servizio civile;

non essere stati espulsi dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati.

 

Le domande potranno essere presentate esclusivamente per via telematica, servendosi del sito della Polizia di Stato (http://www.poliziadistato.it) o della pagina dedicata ai Concorsi del sito del Ministero dell’Interno (https://concorsips.interno.it), fino al 21 gennaio 2016.

La selezione prevede diverse verifiche, inerenti la conoscenza delle materie giuridiche, della lingua straniera prescelta e dell’informatica. Vediamo, ora, come saranno strutturate le prove.

 

Qui di seguito spiegheremo come funziona l’esame e su quali testi è necessario prepararsi (tra cui quello della Edizioni Simone, sintetico e nello stesso tempo completo, di cui qui sotto si riporta la copertina).

 

Prova preselettiva

Qualora il numero di partecipanti superi le 5.000 unità, sarà prevista una prova preselettiva, consistente in test a risposta multipla sulle seguenti materie:

 

– diritto penale;

– diritto processuale penale;

– diritto costituzionale;

– diritto amministrativo;

– diritto civile.

 

Le domande saranno sia facili (30%), che medie (50%) e difficili (20%); sarà comunque pubblicata la banca dati dei test 45 giorni prima della prova: al termine della verifica, saranno selezionati i primi 3200 candidati, ma il punteggio dei quiz non concorrerà a formare il punteggio della graduatoria finale di merito.

 

Indispensabile, per prepararsi al meglio nella prova preselettiva, innanzitutto un’ottima conoscenza delle materie elencate (si veda, a tal proposito, il paragrafo dedicato ai programmi dettagliati), tale da non “lasciarsi ingannare” dalle risposte multiple simili. In secondo luogo, avrà una grande importanza anche il fattore tempo, pertanto sarà necessario un costante esercizio pratico con i quiz.

 

Verifica scritta

La prova scritta consisterà nella redazione di un elaborato vertente su elementi di diritto penale o di diritto processuale penale, con richiami, eventuali, al diritto costituzionale.

Anche in questo caso, oltre ad un’ottima conoscenza di tutti gli argomenti, fondamentali per il tipo di attività che si andrà a svolgere, è importante esercitarsi costantemente nella stesura di elaborati: il tema dovrà essere di scorrevole e facile lettura, dovrà avere un filo conduttore e, soprattutto, dovrà essere privo di errori di sintassi o di grammatica.

 

Verifica orale

La verifica orale consisterà in un colloquio vertente nelle seguenti materie:

 

– nozioni di diritto amministrativo, con particolare riguardo alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza;

diritto civile, nelle parti concernenti le persone, la famiglia, i diritti reali, le obbligazioni e la tutela dei diritti;

lingua straniera prescelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo (nella prova si dovrà tradurre un testo ed effettuare una conversazione);

informatica (la prova verterà sull’utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni più diffuse).

 

Programma del Concorso

Il programma del Concorso è piuttosto articolato, e comprende le materie menzionate nelle verifiche scritte ed orali a 360 gradi ( diritto penale, processuale penale, costituzionale, amministrativo, civile, informatica, ed una lingua a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo).

Per orientarvi nello studio, elenchiamo ora gli argomenti fondamentali per ciascuna materia

 

Diritto penale

Nello studio del diritto penale, sarà bene, sia che lo si affronti per la prima volta, o lo si riveda dopo tanto tempo, iniziare con gli elementi fondamentali:

 

– Partizioni del Diritto Penale;

– La norma penale;

– Le fonti del diritto penale ;

– Il Principio di legalità;

– Il Principio di materialità ;

– Il Principio di offensività ;

– Il Principio di soggettività;

– L’interpretazione e l’efficacia della legge penale nel tempo e nello spazio.

 

Si potrà poi procedere nello studio con concetti più complessi:

 

– Le Deroghe al principio di territorialità ;

– L’estradizione;

– Le immunità;

– il Concetto di reato, la differenza con gli altri illeciti, soggetto attivo e passivo, struttura, elemento oggettivo, elemento soggettivo, dolo, preterintenzione e colpa, responsabilità oggettiva ;

– Delitti e contravvenzioni;

– Le cause di esclusione del reato;

– Le forme di manifestazione del reato;

– Le Circostanze del reato;

– Il Concorso di reati;

– Il Concorso apparente di norme coesistenti;

– Il concorso di persone nel reato;

-L’imputabilità e la pena;

– La capacità a delinquere;

– La pericolosità criminale;

– La punibilità e le cause di estinzione ;

– Le misure di sicurezza ;

– Le conseguenze civili del reato.

 

Diritto penale amministrativo

Una volta affrontato lo studio del diritto penale, si dovrà approfondire il diritto penale amministrativo, cioè il complesso di norme che comprende i due sottosistemi, del diritto penale in senso stretto, e del diritto amministrativo.

Gli argomenti da studiare in quest’ambito saranno:

 

– L’Illecito penale e l’illecito amministrativo, assieme ai principi generali in materia di illecito amministrativo;

– Il concorso di illeciti;

– Il concorso di persone.

Si dovrà poi passare alla Parte Speciale del diritto Penale, che comprenderà:

– I delitti contro la personalità dello Stato;

– Le modifiche al sistema penale e le leggi di depenalizzazione;

– I delitti contro la Pubblica Amministrazione, con le specifiche sulle principali figure (peculato, concussione, corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità ,malversazione e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato) ;

– Abuso d’atti d’ufficio;

– Rifiuto d’atti d’ufficio;

– I delitti contro l’amministrazione della giustizia;

– I delitti contro il sentimento religioso e la pietà dei defunti;

-I delitti contro l’ordine pubblico, contro l’incolumità pubblica e contro l’ambiente;

– I reati contro la fede pubblica;

– I delitti contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio;

– I delitti contro la moralità pubblica e il buon costume;

– I delitti contro il sentimento per gli animali;

-I delitti contro la famiglia;

– I delitti contro la persona;

– I delitti contro il patrimonio.

 

Diritto processuale penale

Terminata la parte generale e la parte speciale del diritto penale, si dovrà poi procedere allo studio del diritto processuale penale, cioè il complesso di norme giuridiche create al fine di regolare e disciplinare le varie fasi del procedimento penale. Gli argomenti da approfondire in quest’ambito saranno:

 

– La giurisdizione in generale, la giurisdizione penale ed i rapporti tra giurisdizioni;

– Gli organi della giurisdizione penale;

– Il processo penale: concetto, funzioni e tipologie;

– Il diritto e la norma processuale penale;

– Le fonti del diritto processuale penale;

-L’efficacia del diritto processuale penale;

– Lo schema del procedimento penale ;

– I principi fondamentali del processo penale italiano: il principio di eguaglianza (formale e sostanziale) i principi relativi agli organi giurisdizionali , all’imputato ed al processo penale;

– I soggetti del processo penale (Giudice , P.M., Polizia Giudiziaria, imputato, offeso, parte civile, responsabile civile, civilmente obbligato per la pena pecuniaria, difensore);

– Gli atti del processo penale e la loro patologia (nullità, irregolarità, decadenza, inutilizzabilità, inammissibilità);

– Le notificazioni;

– le prove;

– Le misure cautelari (custodiali e non);

– Indagini preliminari ed udienza preliminare

– I procedimenti speciali

– Giudizio abbreviato;

– Applicazione della pena su richiesta delle parti;

– Giudizio direttissimo;

– Giudizio immediato;

– Procedimento per decreto penale ;

– Il dibattimento;

– Il procedimento davanti al Tribunale in composizione monocratica e il Giudice di Pace;

– Il procedimento minorile;

– Le impugnazioni;

– L’esecuzione penale e i rapporti con le autorità straniere.

 

Diritto civile

Il diritto civile, come il diritto penale, è molto ampio ed articolato. Gli elementi fondamentali da studiare saranno:

 

– La persona fisica e giuridica;

– La capacità giuridica

– La capacità di agire: nozione, caratteri, limiti;

-I diritti della personalità;

– Le persone giuridiche e gli enti non riconosciuti;

– Il diritto di famiglia e le successioni;

– I diritti reali e il diritto di proprietà;

I diritti reali limitati e le servitù;

– ll possesso;

– Fatti e atti giuridici, il negozio giuridico;

– Le obbligazioni;

– I contratti e la loro patologia;

– La tutela dei diritti soggettivi.

 

Diritto Pubblico e Costituzionale

Il candidato dovrà procedere poi all’approfondimento dei seguenti argomenti di diritto pubblico e Costituzionale:

 

– Lo Stato;

– La Comunità internazionale;

– L’Unione europea;

– Le fonti del diritto (Leggi, fonti internazionali e dell’Unione europea, atti aventi forza di legge, decreti legislativi o delegati, decreti-legge, Testi unici e codici, referendum, regolamenti parlamentari, regolamenti, fonti regionali e locali, consuetudine);

– La rappresentanza politica (partiti, diritto di voto, sistema elettorale);

– Il Parlamento (Organizzazione delle Camere, attribuzioni, attività);

– Il Governo (ministri, attività, attribuzioni);

– Il Presidente della Repubblica;

-La Corte costituzionale;

– Gli organi di rilievo costituzionale;

– La Magistratura;

– I diritti e le libertà fondamentali;

 

Diritto Amministrativo

Nell’approfondimento del diritto amministrativo, dovranno essere affrontati i seguenti argomenti:

 

– Classificazione delle fonti (regolamenti, ordinanze, statuti, testi unici, norme interne, consuetudine, prassi);

– Le situazioni giuridiche soggettive (diritto soggettivo e interessi legittimi);

– I soggetti del diritto amministrativo: Gli enti pubblici;

-Lo Stato ;

– Le agenzie e le aziende autonome;

– Il Consiglio di Stato;

– La Corte dei Conti ;

– Il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL) ;

– Le autorità amministrative indipendenti;

-La struttura degli enti pubblici: rapporti, organi e uffici;

– Gli enti pubblici territoriali (Regioni, Comuni, Province e Città metropolitane);

– L’attività della P.A (attività amministrativa, discrezionalità amministrativa, principi dell’azione amministrativa);

– Atti e provvedimenti amministrativi: elementi e requisiti;

-Principali atti e provvedimenti amministrativi (provvedimenti, autorizzazioni, concessioni, licenze);

– Il procedimento amministrativo, il diritto di accesso e l’informatizzazione della P.A;

– La patologia dell’atto amministrativo (invalidità, nullità, illiceità, illegittimità, inopportunità);

-L’attività negoziale e consensuale della P.A.;

– I beni della P.A.;

– La proprietà privata e le espropriazioni per pubblica utilità;

– La responsabilità della P.A.;

– La Giustizia Amministrativa.

 

Legislazione di Pubblica Sicurezza

Ultimo argomento da affrontare in ambito giuridico, di fondamentale importanza per i compiti che i selezionati andranno a svolgere, è la Legislazione relativa alla P.S. Ecco i principali argomenti:

 

– I Principi Costituzionali in materia di Pubblica Sicurezza;

– L’amministrazione della sicurezza pubblica;

– L’attività di polizia;

– La Pubblica Sicurezza;

– I provvedimenti di Polizia;

– Ordine pubblico e incolumità pubblica;

– Le armi;

– Spettacoli e pubblici trattenimenti;

– controlli sulle attività commerciali;

– Stampa e stampati;

– Esercizi pubblici e strutture ricettive;

– Istituti di vigilanza e di investigazione;

– Espatrio e documenti di identificazione;

– Stranieri;

– Prostituzione ;

– Stupefacenti;

-Misure di prevenzione e coordinamento internazionale;

– La cooperazione internazionale tra le Forze di Polizia.

 

Data la vastità delle materie e le molteplici nozioni da ricordare, è necessario uno studio da un testo completo, ma organico e ordinato, come il Manuale “Vice Ispettori Polizia di Stato” della Simone Edizioni, che è utile sia alla preparazione della Teoria, che dei Test: si potrà coniugare così la teoria alla pratica, avvalendosi, per di più, di un software per gli esercizi, che contiene i 5.000 Quiz ufficiali del precedente concorso.

 

vice-ispettori-polizia-di-stato


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti