Valvole termostatiche sui termosifoni di impianti centralizzati
Lo sai che?
9 Gen 2016
 
L'autore
Angelo Forte
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Valvole termostatiche sui termosifoni di impianti centralizzati

Entro il 31 dicembre 2016 vanno obbligatoriamente installate le valvole termostatiche: guida per procedere alla contabilizzazione dei consumi in caso di riscaldamento centralizzato.

 

La legge [1] ha previsto l’obbligo di installare, su ogni singolo termosifone facente parte di impianti di riscaldamento centralizzati, valvole termostatiche per la precisa contabilizzazione dei consumi.

 

L’installazione di queste valvole dovrà obbligatoriamente avvenire entro il 31 dicembre 2016 e, perciò, è opportuno che, nell’ambito di quei complessi condominiali in tutto o in parte serviti da impianti di riscaldamento centralizzati, si provveda per tempo alla esecuzione di quanto necessario per rispettare tale obbligo.

 

È necessario sapere che la norma [2] che ha imposto tale obbligo è “imperativa”: è, cioè, una disposizione che non può essere disapplicata sulla base di una contraria volontà dei condomini i quali, pertanto, sono tenuti alla relativa installazione.

 

In vista, perciò, della scadenza di fine anno è necessario che l’amministratore condominiale convochi un’apposita assemblea (di tutti i condomini, se tutti fruiscono dell’impianto centralizzato, oppure dei soli condomini che fruiscono di esso se, invece, gli altri condomini siano serviti da impianti individuali).

 

In tale assemblea non si dovrà deliberare se installare o meno le valvole per la contabilizzazione (dato che l’obbligo di legge non può essere disatteso), ma semplicemente decidere quale preventivo scegliere fra i diversi presentati dalle diverse ditte eventualmente concorrenti, provvedendo ad assegnare ad una di esse l’esecuzione dei lavori necessari per l’adempimento dell’obbligo.

 

Nel caso in cui i condomini (tutti o la maggioranza), opportunamente informati dall’amministratore sul fatto che l’installazione delle valvole è obbligatoria, decidano comunque di non installarle, sarà bene che l’amministratore metta a verbale che tale decisione potrà comportare l’irrogazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente e ciò anche allo scopo di separare la propria responsabilità da quella dei condomini che abbiano adottato tale decisione.

 

Se fosse possibile dal punto di vista tecnico, quei condomini che, invece, volessero adempiere all’obbligo facendo installare le valvole sui termosifoni presenti nelle unità abitative di proprietà esclusiva, potranno sicuramente chiedere alla ditta appaltatrice di procedere alla installazione.

 

Dal punto di vista contabile si tratterà di diversamente quantificare la spesa con riferimento a quelle sole unità per le quali sia richiesta la installazione; dal punto di vista tecnico, si valuterà se sia possibile installare le valvole solamente su alcuni termosifoni facenti parte dell’impianto centralizzato (escludendo quelli dei condomini contrari all’installazione); infine, dal punto di vista dell’adempimento dell’obbligo di legge, nel caso in cui siano irrogate delle sanzioni si tratterà di addebitarle solo a quei condomini che si siano espressi in senso contrario alla installazione.

 

È chiaro, infine, che se il condominio non ha più un impianto centralizzato e tutti i condomini siano dotati di impianti di riscaldamento individuali, non sussisterà alcun obbligo di installazione delle valvole.


[1] D. lgs. n. 102 del 2014.

[2] Art. 9, comma 5°, D. lgs. n. 102 del 2004.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
9 Gen 2016 Maurizio Rossi

Obbligo se tecnicamente possibile e/o efficiente in termini di costi; inoltre si ricorda che i ripartitori non soddisfano il DPR 59 del 2 aprile del 2009 (art.4), che impone una incertezza massima del 5%, contro i risultati dell’INRIM che danno incertezze tipiche del 10% con punte del 40% come dal link(www.inrim.it/EcoThermo2014/slides/Ficco.pdf)
In conclusione i sistemi a ripartizione sono illegali.