PCT: attestazione di conformità sulle copie e nuovi schemi Xsd
News
8 Gen 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

PCT: attestazione di conformità sulle copie e nuovi schemi Xsd

Pubblicato il decreto del Ministero della Giustizia con nuove specifiche tecniche per il processo civile telematico.

 

Novità per il processo civile telematico: è stato appena pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale [1], un decreto ministeriale con le attese modifiche alle specifiche tecniche per il processo civile telematico (i documenti sono scaricabili alla fine dell’articolo).

 

Vengono, in particolare, semplificate le modalità dell’attestazione di conformità apposta su di un documento informatico separato, di atti disponibili nel fascicolo elettronico del processo civile. In pratica, viene prevista un’autentica informatica apposita per gli atti del PCT. Così, l’avvocato che vuole autenticata una copia di un atto estratto dal database del tribunale non deve più recarsi in cancelleria ma può fare tutto tramite computer, potendo poi notificare in proprio gli atti del processo attraverso la PEC.

 

Questa modalità vale non solo nel caso in cui il professionista debba notificare, ma anche quando è necessario procedere al deposito telematico dell’atto nel fascicolo del processo telematico.

 

Il decreto del Ministero di Giustizia stabilisce che detta attestazione di conformità della una copia informatica viene inserita in un documento in formato Pdf firmato digitalmente. Esso deve contenere una sintetica descrizione del documento di cui si sta attestando la conformità e anche il relativo nome del file. Il Pdf deve essere sottoscritto dal soggetto che compie l’attestazione con firma digitale o firma elettronica qualificata.

 

Se la copia informatica deve essere depositata telematicamente, il documento informatico contenente l’attestazione dovrà essere inserito come allegato nella “busta telematica” e i dati identificativi del documento informatico contenente l’attestazione e del documento cui essa si riferisce, sono anche inseriti nel file DatiAtto.xml.

 

Non sono più necessarie le impronte informatiche in tutte le ipotesi nelle quali il documento informatico contenente l’attestazione di conformità risulta inserito, insieme con la copia informatica del documento, “in una struttura informatica idonea a garantire l’immodificabilità del suo contenuto”. Insomma: non serve l’hash quando la circostanza che l’attestazione si riferisce alla copia si può desumere dalla Pec o dalla busta telematica, rispettivamente in caso di notifica o di deposito.

 

Il provvedimento entra in vigore domani.

 

Nuovi schemi Xsd

I sistemi informativi della Giustizia pubblicano anche nuovi schemi Xsd per funzionalità Pct da attivare nel 2016. I nuovi schemi Xsd riguardano l’iscrizione a ruolo su istanza di soggetti diversi dal creditore.

 

Scarica gli allegati con il decreto del Ministero

documento 1

documento 2

documento 3

documento 4


[1] Decreto direttoriale del Ministero Giustizia del 28.12.2015 in

Gazz. Uff. n. 4/2016 del 6.01.2016

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti