Reverse charge: i casi in cui si applica
Lo sai che?
12 Gen 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Reverse charge: i casi in cui si applica

Reverse charge: soggetti, casistica, ipotesi.

 

L’applicazione del meccanismo del reverse charge (RC, detto anche inversione contabile) comporta che il destinatario della cessione o della prestazione, se soggetto passivo d’imposta nel territorio dello Stato, sia obbligato all’assolvimento dell’imposta, in luogo del cedente/prestatore.

 

I casi in cui si applica il reverse charge solitamente si differenziano dalle ipotesi di autofattura, in quanto la fattura è emessa dal cedente/prestatore, ma senza l’applicazione dell’IVA, poiché questa deve essere integrata dall’acquirente o dal committente; fa eccezione il caso relativo agli acquisti da non residenti (richiamato alla nota 1 della tabella seguente) in cui l’autofattura convive con il reverse charge.

 

Sono interessati al reverse charge i seguenti soggetti, quando effettuano le operazioni sottoindicate nei confronti di acquirenti/committenti soggetti IVA

 

Edilizia

– soggetti che fatturano servizi (diversi da quelli dell’alinea successivo) in qualità di subappaltatori nei confronti di imprese operanti nel settore dell’edilizia (appaltatore principale o altro subappaltatore);

 

– soggetti che fatturano servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relativi ad edifici. Non rileva la qualità di subappaltatori;

 

– soggetti che cedono fabbricati esercitando l’opzione per l’imponibilità IVA (es. abitazioni cedute dall’impresa che li ha costruiti/ristrutturati dopo 5 anni dalla costruzione/ristrutturazione, cessione di fabbricati strumentali dall’impresa che li ha costruiti/ristrutturati dopo 5 anni dalla costruzione/ristrutturazione, cessione di fabbricati strumentali da soggetti diversi);

 

– appaltatori che fatturano servizi (compresa la prestazione di manodopera) nei confronti dell’Organizzatore dell’Expo del 2015;

 

Telefoni e microprocessori

– soggetti che cedono telefoni cellulari nella fase distributiva che precede il dettaglio;

– soggetti che cedono microprocessori e unità centrali di elaborazione (CPU) di cui al codice della tariffa doganale NC 85423190 e NC 85423110, prima della loro installazione in beni destinati al consumo finale (es. personal computer, server aziendali). Non rileva il fatto che l’acquirente abbia o meno intenzione, dopo l’acquisto, di provvedere all’installazione o all’assemblaggio di tali dispositivi;

 

Oro

– soggetti che producono oro da investimento, lo commerciano o trasformano oro in oro da investimento, e che optano per l’applicazione dell’IVA;

– soggetti che cedono oro industriale o prodotti finiti d’oro o d’argento usati, destinati alla lavorazione industriale;

 

Rottami

– soggetti che cedono rottami. Si includono anche i pallet recuperati ai cicli di utilizzo successivi al primo (non è richiesta la condiz-ione che sia inutilizzabile rispetto alla sua originaria destinazione se non attraverso una fase di lavorazione e trasformazione. Se però la cessione di pallet avviene unitamente alle merci il RC non si applica in quanto operazione accessoria alle vendita delle merci stesse;

Gas – Energia (escluso GPL)

– soggetti che trasferiscono quote di emissioni di gas a effetto serra, o altre unità che possono essere utilizzate dai gestori per conformarsi alla direttiva 2003/87/CE e di certificati relativi al gas e all’energia elettrica (es. certificati verdi o bianchi, garanzie di origine, unità di riduzione delle emissioni e riduzioni certif-icate delle emissioni);

– soggetti che cedono gas ed energia elettrica a un soggetto passivo-rivenditore residente in Italia (es. Gse).

 

Grande distribuzione (in attesa di autorizzazione UE)

– soggetti che cedono beni effettuate nei confronti degli ipermercati (codice attività 47.11.1), supermercati (codice attività 47.11.2) e discount alimentari (codice attività 47.11.3).

 

Quando non si applica

Il reverse charge non si applica alle prestazioni di servizi rese nei confronti di soggetti che, beneficiando di particolari regimi fiscali, sono esonerati dagli adempimenti contabili ordinari previsti dal DPR 633/72 (registrazione delle fatture, tenuta del registro dei corrispettivi e del registro degli acquisti):

 

– i produttori agricoli con volume di affari non superiore a 7.000 euro;

 

– esercenti attività di intrattenimento;

 

– enti che hanno optato per il regime forfetario di cui alla L. 398/91;

 

– soggetti che effettuano spettacoli viaggianti e soggetti che svolgono le attività spettacolistiche di cui al n. 47061 che applicano il regime forfetario.

 

Quando si applica o meno il Reverse Charge

 

Prestazione

Reverse
Charge
Manutenzione straordinaria  
Frazionamento ed accorpamento
Unità immobiliare (manutenzione
Straordinaria) con installazione impianti
 
NO 
Demolizione e realizzazione nuova
Costruzione (unico contratto di appalto)

 
 
NO 

 
Fornitura con posa in opera (cessione)   NO 
Posa in opera senza fornitura di beni
(prestazione di servizio)
 

 
Installazione di impianti relativi ad
Edifici da soggetto terzo al fornitore
Dei beni

 
 
Installazione di impianti relativi ad
Edifici da soggetto terzo al committente
(soggetto passivo)

 
Parcheggi interrati o su lastrico solare
Dell’edificio

 

Derattizzazione, spurgo
E rimozione neve

 
NO
Installazione di impianti funzionali
All’edificio (unico impianto)

 

Video sorveglianza perimetrale
Con telecamere esterne

 
 
Impianto citofonico  
Impianto di climatizzazione
Con motore esterno

 
 
Impianto idraulico di edificio
Con tubazioni esterne

 
 
Manutenzione e riparazione
Di impianti
 
 
Installazione di impianti fotovoltaici
Integrati o semi-integrati funzionali
A edifici

 


Installazione di impianti fotovoltaici
Integrati o semi-integrati funzionali ad edifici,
se accatastati autonomamente
(D1 o D10)

 
 
  NO
Installazione di impianti fotovoltaici a terra
Funzionali o serventi ad edificio

 
 
Installazione di impianti fotovoltaici
a terra funzionali o serventi ad edificio,
se accatastati autonomamente
(D1 o D10)

 
  NO
Installazione e manutenzione
Di estintori parte integrante
di un impianto protezione attiva

 
   

 

 

 

 
Prestazione

Reverse

Charge
Installazione e manutenzione

di estintori carrellati ed estintori

portatili

 
NO

 
Installazione e manutenzione

Porte tagliafuoco e uscite di sicurezza

 

  SÍ 
Sostituzione componenti

Di un impianto relativo a edificio

(=riparazione e/o ammodernamento)


SÍ 
Sostituzione componenti

Di un impianto relativo a edificio

(=mera fornitura di beni)

 
NO

 
Sostituzione componenti

Di un impianto relativo a edificio

(=mantenimento in funzione)

 
SÍ 

 
Sostituzione componenti

Di un impianto relativo a edificio

(=realizzazione nuovi impianti)

 
  SÍ 
Installazione impianti industriali

(cod. Ateco 33.20.09)

  NO
 
Installazione di impianti di refrigerazione –

Magazzini frigorifero

(cod. Ateco 33.20.09)

 
  NO

Installazione impianti parte

Integrante di edificio

(cod. Ateco da 43.21.01 a 43.29.09)

 
 
Fornitura con installazione

Di beni significativi

(in quanto diretta a privati)

 
  NO
Fornitura con installazione di beni

Significativi nelle fasi intermedie

 
 
Diritto di chiamata (funzionale

Alla verifica dell’impianto)

 
Interventi di manutenzione

Con canone di abbonamento

(indipendentemente dall’esecuzione

Di intervento di manutenzione)

 

 
Servizio di allacciamento per la fornitura

Di gas, energia elettrica e acqua

 
  NO
Servizio di attivazione per l’avvio

Dell’alimentazione di gas, energia

Elettrica e acqua

 
NO
Operazioni non imponibili   NO
Servizi di pulizia di edifici siti nei porti,

aeroporti e scali ferroviari di confine

 
  NO
Installazione impianti su edifici siti

Nei porti, aeroporti e scali ferroviari

Di confine

 
  NO

 

 


Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti