Canone Rai: chi possiede solo il computer deve pagare?
Lo sai che?
14 Gen 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Canone Rai: chi possiede solo il computer deve pagare?

Per il pc e i tablet il pagamento dell’abbonamento è condizionato alla presenza di un sintonizzatore tv: vedere in streaming i programmi tramite internet non comporta il versamento dell’imposta.

 

Si deve pagare il canone Rai (o abbonamento TV, come viene anche spesso chiamato) se si vede la televisione tramite internet in streaming? E se, invece, il computer viene collegato a un sintonizzatore TV con l’antenna?

È questo uno dei più frequenti quesiti che si pongono gli utenti, all’indomani della riforma approvata con la manovra di fine anno 2015.

Ecco quindi la risposta.

 

Con il nuovo metodo di pagamento del Canone Rai, l’imposta è addebitata direttamente sulla bolletta della luce dell’abitazione di residenza, a prescindere dal soggetto cui sia intestato il relativo contratto con la compagnia elettrica. Ciò perché la legge di Stabilità 2016 [1] stabilisce una presunzione: si presume, cioè, in via automatica, che chiunque abbia un contratto della luce intestato sia anche detentore di una televisione.

 

Se l’utente però non dispone della TV, perché magari vede la televisione dal proprio computer o dal tablet, può evitare di pagare il canone Rai a condizione che invii, una volta all’anno, una autocertificazione all’Agenzia delle Entrate, ufficio Torino 1.

 

Ma non sempre il possesso del pc o del tablet consente di evitare il pagamento dell’imposta sulla televisione. Infatti, come chiarito dal Ministero dello Sviluppo [2], solo gli apparecchi atti o adattabili a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare sono assoggettabili a canone TV. Ne consegue che di per sé i computer, se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via internet e non attraverso la ricezione del segnale digitale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone.

 

Se, invece, il computer è dotato di sintonizzatore TV allora deve pagare il canone Rai. Al contrario, vedere solo in streaming i programmi non implica che si debba versare il canone.

 

 

È dovuto il canone RAI se vedo la televisione solo col satellite o via cavo?

Si. I programmi sul digitale terrestre o sulla televisione on demand comportano ugualmente il pagamento del canone Rai. Questo perché l’imposta è collegata alla detenzione di un apparecchio idoneo a ricevere segnale audio/video, a prescindere dal tipo di servizio o dai canali prescelto.


[1] L. 208/2015.

[2] Min. Sviluppo Economico nota del 22.02.2012.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
 
Commenti