Il significato dei segni su citofono e porta lasciati dai ladri
Lo sai che?
15 Gen 2016
 
L'autore
Temistocle Marasco
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Il significato dei segni su citofono e porta lasciati dai ladri

Come riconoscere che il significato dei segni presenti sul citofono o sulle porte di casa spesso non sono atti vandalici ma il linguaggio dei ladri per descrivere i potenziali obiettivi.

 

Molto spesso capita di trovare delle piccole scritte o segni sui portoni, sui citofoni o in ascensore. Si camuffano tra gli imbrattamenti che deturpano i palazzi perché sembrano scarabocchi come ce ne sono tanti. Le forze dell’ordine, però, invitano sempre a fare attenzione perché dietro un tratto di matita o uno schizzo di vernice potrebbe celarsi il linguaggio con cui i topi d’appartamento catalogano i potenziali obiettivi.

 

Non è facile, però, risalire al significato dei singoli simboli. Questo perché i furti in abitazione vengono messi a segno da soggetti di estrazione e nazionalità diversa, che probabilmente non si avvalgono di un vocabolario universale. In buona sostanza, ogni etnia e forse anche ogni gruppo criminale ha i suoi segni o magari alcun segni sono uguali, ma non tutti gli attribuiscono lo stesso significato. Ecco perché tracciare un quadro di insieme, in cui poter affermare con certezza che ad un determinato simbolo corrisponde quel significato, è impresa ardua.

 

È possibile, però, individuare gli elementi che il ladro ha interesse a focalizzare nella fase cosiddetta esplorativa, quella cioè in cui lo scopo è sondare il terreno e raccogliere informazioni sul potenziale obiettivo. Questo primo approccio con l’obiettivo è molto importante in quanto sarà da questa attività di “indagine” che scaturiranno i segni. In genere la perlustrazione viene effettuata con la scusa di chiedere l’elemosina: in quel caso i pochi spiccioli non sono la vera finalità, ma un diversivo.

 

Ecco quali sono i significati più frequenti che si attribuiscono ai simboli:

 

– il ladro studia la tipologia di persone che abitano la casa: per questo è importante capire se un appartamento è abitato da donne sole o da persone anziane, in quanto più vulnerabili. La donna sola “pare” venga identificata con un triangolo (anche se, secondo altre interpretazioni, il triangolo può significare anche “pericolo”). Allo stesso modo viene segnalato se nel palazzo abitano anche forze dell’ordine.

 

i potenziali pericoli: rappresentano degli elementi importanti, certamente deterrenti, la presenza di allarmi o telecamere e la presenza di cani (in genere indicati con una sorta di scaletta distesa per terra);

 

– le abitudini delle potenziali vittime: fondamentale per la riuscita del colpo è studiare gli orari e i movimenti degli abitanti dell’abitazione che si intende visitare. Bisogna cioè capire quando e per quanto tempo non c’è nessuno in casa. È per questo che segnali frequenti sono quelli che indicano il “momento giusto”: la mattina (M), di notte (N), il pomeriggio (AM), la domenica (D). Allo stesso modo viene indicato se la casa è sempre abitata e se la famiglia probabilmente è partita per le vacanze. La casa disabitata, invece, sarebbe indicata con un rombo;

 

buon obiettivo: il simbolo sul quale l’interpretazione è più unanime è la “X”, che starebbe a significare “buon obiettivo”. Altrettanto dicasi per i “4 cerchietti” tra loro ravvicinati, che vorrebbe dire “da rubare”;

 

obiettivi da abbandonare: nella simbologia dei ladri, pare che tutti i segni che prevedano un cerchio siano negativi, ossia indichino di non proseguire nel disegno criminoso poiché l’appartamento non è interessante o poiché è una casa “amichevole”. Altri obiettivi da abbandonare sarebbero quelli “già visitati” o visitati da poco e quelli i cui proprietari possono dare lavoro.

 

È da sottolineare che si resta pur sempre nel campo delle ipotesi. Nel dubbio, però, trovando un simbolo apparentemente insignificante sul citofono o di fianco alla porta di casa, è bene tenere alto il livello di guardia ed eventualmente segnalare l’accaduto alle autorità.

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti