Bando pubblico tirocini retribuiti Esteri, Miur, Crui
Bandi-Concorsi
19 Gen 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Bando pubblico tirocini retribuiti Esteri, Miur, Crui

Nuovo concorso pubblico 2016 Ministero degli Esteri, Miur, Crui per tirocini retribuiti in ambasciate e rappresentanze italiane.

 

Il Ministero degli Esteri, assieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ed alla Fondazione CRUI per le Università italiane, ha pubblicato un bando per l’inserimento di 82 stagisti nel Programma “Maeci-Miur-Crui”: il bando è volto alla selezione di studenti per lo svolgimento di tirocini retribuiti all’interno di rappresentanze diplomatiche permanenti ed ambasciate italiane all’estero.

 

La finalità del programma Maeci-Miur-Crui è diffondere presso i giovani la conoscenza delle attività diplomatiche italiane svolte nei Paesi esteri, nonché le tematiche internazionali fondamentali, tramite l’attuazione di percorsi di formazione e lavoro per gli studenti universitari: il periodo di tirocinio durerà 3 mesi, e si svolgerà tra il 18 aprile 2016 e il 18 luglio 2016.

 

Dal punto di vista formale, si tratterà di un tirocinio curricolare, per il quale saranno riconosciuti 2 crediti formativi relativamente ad ogni mese di stage (in pratica, l’intera durata del tirocinio comporta il riconoscimento di 6 crediti): lo stage sarà retribuito dal Ministero con un rimborso spese forfettario di 400 Euro mensili. Qualora il tirocinante scelga di abitare negli alloggi a disposizione, il rimborso spese sarà di 200 Euro.

 

Durante i percorsi di formazione, saranno specificamente approfondite le tematiche fondamentali relative alle Nazioni Unite, come il mantenimento della pace e le relazioni internazionali, le dinamiche economiche e sociali globali, e lo sviluppo delle nazioni in generale.

 

 

Requisiti per partecipare al bando

Per poter presentare la propria candidatura, gli studenti devono possedere i seguenti requisiti:

 

cittadinanza italiana ed età non superiore a 28 anni (in pratica, sarà possibile partecipare sino al compimento dei 29 anni);

 

– regolare iscrizione ad una delle università italiane aderenti al bando;

 

– regolare iscrizione a corsi di laurea specialistica, magistrale, del vecchio ordinamento o a ciclo unico, idonei per l’accesso alla carriera diplomatica: Giurisprudenza, Scienze della Politica, Relazioni internazionali, Scienze dell’Economia, Scienze delle pubbliche amministrazioni, Scienze economiche per l’ambiente e la cultura, Scienze economico-aziendali, Finanza, Scienze per la cooperazione allo sviluppo, Servizio sociale e politiche sociali, Sociologia e ricerca sociale o titoli equiparati, Studi Europei;

 

– conseguimento di un minimo di 60 crediti formativi, se si svolge un percorso di studi finalizzato alla laurea specialistica o magistrale, oppure 240 crediti, se si tratta di laurea magistrale a ciclo unico;

 

– superamento almeno del 70% degli esami, per gli studenti del vecchio ordinamento;

 

– media degli esami non inferiore a 27/30, qualunque sia il ciclo di studi;

 

assenza di condanne, imputazioni per delitti non colposi ed assenza di misure di sicurezza o prevenzione a proprio carico;

 

– certificazione di conoscenza della lingua inglese, pari o superiore al livello B2 del QCER ( Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue), ed eventuale sufficiente conoscenza di una seconda lingua straniera, a seconda della sede ospitante prescelta.

 

 

Le Università aderenti al programma

Gli atenei aderenti al progetto “Maeci-Miur-Crui” sono i seguenti:

 

– Alma Mater Studiorum Università di Bologna;

– Libera Università “Maria SS. Assunta” – LUMSA;

– Libera Università di Lingue e Comunicazione – IULM;

– Sapienza Università di Roma;

– Università Ca’ Foscari Venezia;

– Università Cattolica del Sacro Cuore;

– Università Commerciale “Luigi Bocconi”;

– Università degli Studi dell’Insubria;

– Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”;

– Università degli Studi di Bergamo;

– Università degli Studi di Brescia;

– Università degli Studi di Cagliari;

– Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale;

– Università degli Studi di Catania;

– Università degli Studi di Firenze;

– Università degli Studi di Genova;

– Università degli Studi di Milano;

– Università degli Studi di Milano Bicocca;

– Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia;

– Università degli Studi di Napoli “Federico II”;

– Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”;

– Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa”;

– Università degli Studi di Padova;

– Università degli Studi di Palermo;

– Università degli Studi di Parma;

– Università degli Studi di Pavia;

– Università degli Studi di Perugia;

– Università degli Studi di Roma Tor Vergata;

– Università degli Studi di Roma Tre;

-Università degli Studi di Salerno;

– Università degli Studi di Sassari;

– Università degli Studi di Siena;

– Università degli Studi di Teramo;

– Università degli Studi di Torino;

– Università degli Studi di Trento;

– Università degli Studi di Trieste;

– Università degli Studi di Udine;

– Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”;

– Università degli Studi di Verona;

– Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT;

– Università del Salento;

– Università per Stranieri di Perugia;

– Università Politecnica delle Marche.

 

 

Le sedi dove si potranno svolgere i tirocini

Le ambasciate e le rappresentanze diplomatiche permanenti saranno situate in uno dei seguenti Paesi:

 

Algeria, Argentina, Arabia Saudita, Australia, Austria, Belgio, Bielorussia, Camerun, Cina, Congo, Costa d’Avorio, Danimarca, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Etiopia, Finlandia, Francia, Georgia, Ghana, Giordania, Iraq, Iran, Israele, Irlanda, Italia, Kenya, Kosovo, Malaysia, Malta, Messico, Montenegro, Mynamar, Nicaragua, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Repubblica di Corea, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti, Sri Lanka, Sudan, Turchia, Tunisia, Tanzania, Vaticano e Vietnam.

 

 

Come e quando inviare la domanda

Le domande devono essere inviate via web, tramite il sito della Fondazione CRUI, entro le ore 17 del 25 gennaio 2016: sarà necessario compilare un apposito modulo online e caricare, oltre ai dati personali, il curriculum vitae ed universitario, assieme ad eventuali altri documenti (autocertificazioni) ed alla lettera motivazionale.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti