Se nella fattura ci sono costi indeducibili
Lo sai che?
23 Gen 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Se nella fattura ci sono costi indeducibili

Fatture contenenti costi deducibili ed indeducibili: come si gestiscono nella contabilità del professionista e dell’impresa.

 

Al supermercato ho comprato del materiale per lo studio, che mi è stato fatturato assieme a tutta la spesa: lo posso dedurre dal reddito?

 

Può capitare, a un imprenditore o a un professionista, di acquistare del materiale utile per l’attività, mentre si trova al supermercato a fare la spesa: perché gli acquisti possano essere dedotti dal reddito, oltre allo scontrino è necessaria la fattura. Nel documento, però, oltre ai costi inerenti all’attività, sono indicate tutte le voci presenti nello scontrino: è naturale, dunque, avere dei dubbi riguardo alla gestione ed alla deducibilità della fattura, ma non è il caso di preoccuparsi, poiché la presenza di merci che non riguardano l’attività non impedisce la deduzione dei costi inerenti.

Tuttavia sono necessarie delle puntualizzazioni sulla gestione di simili fatture, con costi “misti”, poiché gli adempimenti in merito sono differenti, a seconda che si tratti di attività di lavoro autonomo- professionale o d’impresa in contabilità semplificata, oppure di attività d’impresa in regime ordinario.

 

 

Costi indeducibili in fattura: liberi professionisti e imprese in contabilità semplificata

La compresenza di costi inerenti e non all’interno dello stesso documento, per un professionista, o per un’azienda in contabilità semplificata, determina soltanto l’obbligo di dedurre unicamente le spese che riguardano l’attività esercitata.

Così, ad esempio, se Tizio, avvocato, acquista, assieme alla spesa, penne, risme di carta e raccoglitori, potrà dedurre dal reddito, quali spese di cancelleria, soltanto tali elementi, e non l’intera fattura. Registrerà, pertanto, solo i costi inerenti in contabilità.

Se Caio, ristoratore, acquista al supermercato bibite, alimenti ed un profumo, anche se la maggior parte delle spese sono inerenti all’attività, non potrà comunque dedurre l’intero importo della fattura, poiché deve escludere il profumo.

Occorre dunque aver riguardo alle singole voci presenti nel documento, e non alla deducibilità, o meno, della maggioranza delle voci: così in una fattura possono apparire 100 voci indeducibili ed una sola inerente, che potrà essere regolarmente dedotta, oppure possono essere presenti 100 voci deducibili ed una sola indeducibile, che comunque non potrà essere computata in diminuzione del reddito poiché non è, come alcuni erroneamente ritengono, “assorbita” dalla maggioranza dei costi presenti nel documento.

 

 

Costi indeducibili in fattura: imprese in contabilità ordinaria

Lo stesso discorso vale anche per le aziende in contabilità ordinaria, come le Srl: in questo caso, però, non è sufficiente non registrare le spese estranee all’attività, poiché devono comunque essere registrati i pagamenti.

In pratica, se l’amministratore di una società fa un acquisto per la famiglia, e decide di pagarlo con la carta di credito aziendale, la società risulta sua creditrice.

Conseguentemente, per evitare di “inquinare” il bilancio con delle spese non relative all’attività, è necessario rilevare, in contabilità, il sorgere del credito verso l’amministratore, come credito verso soci o verso terzi. Il credito naturalmente dovrà essere rilevato in dare.

 

Poniamo che Caio, amministratore di una società che esercita un’attività di ristorazione, acquisti le seguenti merci a nome dell’azienda:

 

– contenitori usa e getta (per un totale di 100 euro);

– tovaglioli usa e getta ( per un totale di 100 euro);

– un profumo (del costo di 10 euro).

 

La registrazione contabile della fattura deve essere effettuata segnando in dare:

 

– 200 euro di materiale di consumo;

– 44 euro di Iva a credito relativa al materiale di consumo;

– 10 euro di crediti verso soci;

– 2 euro di Iva indetraibile (dunque un costo).

 

In avere ovviamente deve essere segnato il debito col fornitore, che poi sarà stornato nella registrazione relativa al pagamento.

 

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti