HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2016

Articolo di

Lo sai che? PEC Equitalia anche a chi ha una casella di posta semplice?

> Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2016

La nuova modalità di spedizione delle cartelle di pagamento tramite posta elettronica certificata può essere eseguita anche verso un indirizzo email semplice?

La legge consente a Equitalia di effettuare le notifiche a mezzo posta elettronica certificata nei confronti di imprenditori, società, ditte individuali, professionisti, ossia di tutti quei soggetti tenuti, per legge, ad avere un indirizzo PEC pubblico (presente, cioè, nei certificati della camera di commercio o nell’albo professionale, e quindi verificabile presso l’elenco pubblico, consultabile online, del registro Ini-Pec).

Quanto al funzionamento della posta elettronica certificata (cosiddetta PEC), al pari di quanto avviene con le raccomandate a.r., essa fornisce la piena prova circa il mittente del documento, la data, l’ora di spedizione e di recapito, nonché il suo contenuto: sicché il destinatario non potrebbe contestarne il ricevimento della PEC neanche qualora non abbia (volontariamente o per altre ragioni) aperto la casella di posta.

Tuttavia, perché si realizzi tale circostanza è necessario che l’email sia spedita da un soggetto (Equitalia, appunto) con indirizzo di posta elettronica certificata nei confronti di un contribuente anch’egli con un indirizzo di posta elettronica certificata.

La PEC spedita a un indirizzo di posta semplice non ha valore di piena prova, ma è equiparabile a una email tradizionale. Difatti, in questo caso, il gestore del servizio di PEC non invia al mittente le due successive email (certificate anch’esse) in cui (al pari della cartolina di ricevimento della raccomandata) comunica sia la presa in carico della spedizione, sia la consegna nella casella di posta del destinatario.

In buona sostanza, la PEC funziona solo tra due soggetti entrambi con un indirizzo di posta certificata. Tale regola tecnica vale, ovviamente, non solo per le email di Equitalia, ma per qualsiasi altro soggetto che sfrutti tale sistema.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK