Acquisto di elettrodomestici rigenerati: vantaggi e garanzie
Lo sai che?
1 Feb 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Acquisto di elettrodomestici rigenerati: vantaggi e garanzie

Frigo, TV, lavatrice o lavastoviglie: risparmio fino al 50% e garanzia per 24 mesi: cosa sono i rigenerati.

 

Se hai necessità di acquistare un nuovo elettrodomestico come una televisione, un frigorifero, una lavatrice o una lavastoviglie e non puoi sfruttare l’ultima versione del bonus fiscale che consente uno sconto del 50% a condizione però che il contribuente abbia avviato lavori di ristrutturazione edilizia, allora puoi ricorrere ai cosiddetti “rigenerati”. Il vantaggio, in termini economici, è notevole (si risparmia dal 30 al 50%) e, in più, puoi vantare anche una garanzia per 2 anni. Ma procediamo con ordine.

 

 

Cosa sono i rigenerati?

I rigenerati sono prodotti venduti e subito restituiti dall’acquirente perché insoddisfatto: o per via di un difetto del prodotto (difetto, di norma, non grave da comprometterne completamente l’utilizzo) oppure per l’esercizio del diritto di recesso nei 14 giorni successivi alla consegna. Si pensi anche al caso del prodotto rimasto a lungo nella vetrina del commerciante e mai venduto, sul quale siano stati riscontrati difetti di funzionamento per via della lunga inattività. La casa produttrice, una volta ricevuto il prodotto, provvede a controllarlo, a ripararlo se necessario con pezzi originali e nuovi, a riconfezionarlo nella propria scatola e a rivenderlo. Dunque, non si tratta di prodotti di seconda mano, in quanto non hanno quasi mai subìto un uso protratto per più di qualche giorno. Sono invece prodotti “rigenerati” perché riportati come nuovi.

Si pensi al caso di un frigorifero in cui la maniglia non funzioni bene e la chiusura faccia difetto; o alla lavastoviglie ove un carrello è difettoso e non scorre correttamente. Si pensi alla lavastoviglie il cui tasto di accensione è “saltato”.

 

I rigenerati sono ormai una realtà commerciale, tanto è vero che sono nate vere e proprie catene specializzate nella vendita di tali prodotti. Si spazia dagli elettrodomestici ai prodotti informatici, computer e stampanti comprese. Il settore non risparmia neanche i condizionatori, i robot da cucina, le macchine da caffé, i forni a microonde e gli asciugacapelli.

 

 

Quali sono gli svantaggi dei rigenerati?

Chi acquista un rigenerato non compra quasi mai un prodotto di ultima generazione. Si tratta di modelli non sempre recentissimi e gli apparecchi spesso sono presenti sul mercato da 3 o 5 anni. La conseguenza è che possono essere meno efficienti delle versioni sviluppate in tempi più recenti. Inoltre, qualora si dovesse rompere, la possibilità di trovare un ricambio originale, dello stesso prodotto, sarebbe più remota. Se si vuole avere un modello più recente, ma pagarlo meno, meglio puntare sui “fine serie”. Il turn-over dei modelli è così rapido che gli elettrodomestici “invecchiano” rapidamente.

 

 

Quali sono i vantaggi dei rigenerati

Il vantaggio principale è il basso costo. Chi ha bisogno di un elettrodomestico per un utilizzo non intenso o prolungato troverà di certo l’affare conveniente. Si pensi all’acquisto di un frigo per una seconda casa, o al forno per la giovane coppia neo sposata che si deve trasferire, in via provvisoria, in una casa in attesa di acquistare quella definitiva. Si pensi, ancora, al caso, di un’abitazione ove vive una sola persona, per cui l’uso dell’elettrodomestico non è particolarmente intenso e frequente.

 

 

Quali sono i diritti e le garanzie per l’acquirente?

Le garanzie per l’acquirente sono le stesse previste per i prodotti “di prima mano” e per gli usati. Dunque, se l’acquisto avviene fuori dai locali commerciali (per esempio, vendita porta a porta, su internet, ecc.), è consentito il diritto di recesso entro 14 giorni. Invece, per le vendite al negozio o nelle catene di supermercati è dovuta la garanzia per almeno 12 mesi dal momento dell’acquisto, come accade per gli elettrodomestici usati. La garanzia dei 12 mesi (minimo) vale solo se si compra da un commerciante; se l’acquisto avviene presso un privato non è coperto da alcuna garanzia obbligatoria.

 

L’apparecchio “rigenerato” deve anche essere accompagnato da una scheda di riparazione, che illustri gli interventi che ha subito per essere ricondizionato. Se una volta messo in funzione, il frigorifero o il microonde mostrano dei difetti, allora il commerciante che lo ha venduto deve riparare l’elettrodomestico nel più breve tempo possibile (al massimo entro 30 giorni).

 

Nel caso la riparazione risultasse troppo costosa rispetto al valore dell’elettrodomestico, allora il venditore deve provvedere a sostituirlo con un altro apparecchio identico per resa, qualità ed efficienza.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti