Esame di Stato Consulenti del Lavoro, date e requisiti
Miscellanea
1 Feb 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Esame di Stato Consulenti del Lavoro, date e requisiti

Appuntamento al 6 e 7 settembre per le prove scritte dell’Esame di Stato per i Consulenti del Lavoro: scadenze, requisiti e adempimenti.

 

È stata appena indetta la sessione degli Esami di Stato 2016 per l’abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del lavoro.

 

Gli esami si svolgeranno presso le Direzioni del lavoro di:

 

– Ancona;

– Aosta;

– Bari;

– Bologna;

– Cagliari;

– Campobasso;

– Firenze;

– Genova;

– L’Aquila;

– Milano;

– Napoli;

– Perugia;

– Potenza;

– Reggio Calabria;

– Roma;

– Torino;

– Trieste;

– Venezia;

– Regione Sicilia (Dipartimento Regionale del Lavoro, dell’Impiego, dell’Orientamento, dei Servizi e delle Attività Formative);

– Province Autonome di Trento e Bolzano.

 

 

Esame di Stato CDL: requisiti

Possono partecipare all’Esame di Stato i candidati aventi terminato la pratica relativa alla professione di Consulente del lavoro, che risultino in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

 

– diploma di laurea quadriennale in giurisprudenza;

 

– diploma di laurea quadriennale in scienze economiche e commerciali;

 

– diploma di laurea quadriennale in scienze politiche;

 

– diploma universitario o laurea triennale in consulenza del lavoro;

 

– laurea triennale, laurea specialistica (LS), o laurea magistrale (LM) tra quelle appartenenti alle seguenti classi:

 

– Classe L-14: scienze dei servizi giuridici;

– Classe L-16: scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;

– Classe L-18: scienze dell’economia e della gestione aziendale;

– Classe L-33: scienze economiche;

– Classe L-36: scienze politiche e delle relazioni internazionali;

– Classe LM-56: scienze dell’economia;

– Classe LM-62: scienze della politica;

– Classe LM-63: scienze delle pubbliche amministrazioni;

– Classe LM-77: scienze economico-aziendali;

– Classe LMG-01 delle lauree magistrali in giurisprudenza.

 

Sono validi anche i titoli di studio equiparati ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi

 

I candidati devono, inoltre, essere in possesso o aver richiesto al competente consiglio provinciale dei consulenti del lavoro il certificato di compimento del praticantato.

 

 

Prove d’esame

Le prove scritte si terranno il 6 ed il 7 settembre 2016 e verteranno nelle seguenti materie:

 

– diritto del lavoro;

– legislazione sociale;

– diritto tributario.

 

In particolare, la prima prova scritta consiste in un elaborato di diritto del lavoro e di legislazione sociale, e la seconda prova scritta, di carattere teorico-pratico, verte sul diritto tributario.

 

Per ciascuna prova sono assegnate 7 ore a disposizione del candidato: è possibile consultare, durante l’esame, testi di legge non commentati.

 

La prova orale verte sulle seguenti materie e gruppi di materie:

 

– diritto del lavoro;

– legislazione sociale;

– diritto tributario;

– elementi di diritto privato, pubblico e penale;

– nozioni generali sulla ragioneria, con particolare riguardo alla rilevazione del costo del lavoro ed alla formazione del bilancio.

 

 

Domanda d’esame

Le domande di partecipazione all’Esame di Stato devono essere inviate entro il 15 luglio 2016 alla competente Direzione del lavoro (nonché presso i competenti uffici della Regione Sicilia e delle Province di Trento e Bolzano); le istanze devono essere redatte sul modello allegato al bando, con apposizione di una marca da bollo da 16 euro.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti