Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie
Lo sai che?
6 Feb 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

Utilizzazioni del personale docente, educativo e A.T.A.; modalità e motivazioni per le quali è possibile chiedere l’assegnazione provvisoria.

 

Le utilizzazioni

Per utilizzazioni del personale docente, educativo e A.T.A. si intendono le operazioni con cui nel comparto scuola si provvede a realizzare il reimpiego qualificato di tutto il personale in soprannumero o in esubero, tenuto conto delle esigenze e disponibilità dei docenti interessati. A tal fine è valorizzata, tra l’altro, la possibilità di utilizzazione in altri insegnamenti e per il potenziamento delle attività dell’offerta formativa per il personale appartenente a ruoli e classi di concorso in esubero.

 

Le assegnazioni provvisorie

 

L’assegnazione provvisoria può essere richiesta indifferentemente per uno dei seguenti motivi:

– ricongiungimento al coniuge o al convivente, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica;

– ricongiungimento ai figli o agli affidati con provvedimento giudiziario;

– gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da certificazione sanitaria;

– ricongiungimento ai genitori.

 

Non sono consentite assegnazioni provvisorie di sede nei confronti di personale di prima nomina. Per personale di prima nomina si intende il personale scolastico assunto a tempo indeterminato lo stesso anno in cui si effettuano le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie.

 

L’assegnazione provvisoria può essere disposta con le seguenti modalità:

– l’assegnazione provvisoria nell’ambito dello stesso grado o classe di concorso precede quella dei titolari tra gradi diversi o classi di concorso;

– l’assegnazione provvisoria in scuole del comune di ricongiungimento precede l’assegnazione per scuole di diverso comune anche rispetto alle richieste di classi di concorso o posti di grado diversi da quello di appartenenza;

– le preferenze territoriali espresse nell’apposita sezione del modulo di domanda saranno progressivamente esaminate nell’ordine riportato per tutte le tipologie di posto o classe di concorso richiesti diversi da quello di appartenenza.

 

Compendio-di-Didattica

 

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti