Gli esoneri del personale delle scuole
Lo sai che?
6 Feb 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Gli esoneri del personale delle scuole

Esonero dall’espletamento dell’attività di servizio per insegnanti, personale direttivo e ispettivo: i casi in cui è possibile.

 

Vi sono delle circostanze particolari verificandosi le quali è consentito al personale docente, direttivo e ispettivo della scuola l’esonero dall’espletamento dei normali obblighi di servizio caratterizzanti la funzione. Si tratta di circostanze diverse tra loro, esaminiamole:

 

Esoneri dal servizio per incarichi e borse di studio, congedi per attività artistiche e sportive

 

Il personale della scuola (docente, direttivo e ispettivo) può essere autorizzato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ad accettare incarichi temporanei per partecipare a commissioni giudicatrici di concorsi o di esami; ad accettare incarichi per l’espletamento di attività di studio, ricerca, consulenza tecnica presso Amministrazioni statali, enti pubblici, Stati stranieri, organismi o Enti internazionali e a partecipare per non più di cinque giorni a convegni e congressi organizzati da associazioni professionali sulle problematiche della scuola (art. 453 del D.Lgs. 297/1994). Sono previsti inoltre, indipendentemente da specifici accordi culturali, scambi di insegnanti con altri Paesi e, in particolare, con quelli dell’Unione europea.

 

La retribuzione e gli altri assegni cui ha titolo il personale interessato sono a carico dell’amministrazione scolastica per tutto il periodo di permanenza all’estero (art. 457 del D.Lgs. 297/1994). È considerato servizio d’insegnamento a tutti gli effetti, il periodo di esonero trascorso dal personale della scuola nello svolgimento delle predette attività. La concessione è subordinata alle esigenze di servizio e al rispetto dei principi della continuità didattica. Si è già accennato che l’organo competente alla concessione delle autorizzazioni per lo svolgimento di attività in parola è il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Tuttavia la domanda debitamente documentata va inviata tramite la via gerarchica con il motivato parere dell’autorità scolastica.

 

Esoneri e semiesoneri per i docenti con funzioni vicarie

 

I docenti incaricati di sostituire il dirigente scolastico in caso di assenza o impedimento di qualsiasi natura, possono ottenere che il dirigente scolastico regionale li autorizzi all’esonero o semiesonero dall’attività didattica

in senso stretto, ovvero dall’attività di insegnamento. L’esonero e il semiesonero sono subordinati al numero di classi dell’istituto scolastico. In particolare, per i docenti di scuola dell’infanzia o elementare dovrà trattarsi di circolo didattico con almeno 80 classi, mentre i docenti di scuola media, di istituti comprensivi e di istituti di istruzione secondaria di secondo grado potranno ottenere l’esonero nel caso di istituti e scuole con almeno 55 classi, o il semiesonero con almeno 40 classi. L’esonero e il semiesonero possono essere concessi sulla base di un numero di classi inferiore rispetto a quello su elencato, nel caso di scuole e istituti che funzionano con classi di doposcuola, corsi serali, doppi turni o che abbiano succursali, sedi staccate o coordinate.

 

Compendio-di-Didattica

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti