Ingiuria: la nuova prescrizione
Lo sai che?
8 Feb 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Ingiuria: la nuova prescrizione

Risarcimento del danno e sanzione civile: i tempi per agire, il termine di prescrizione dell’illecito civile e della multa.

 

Con la depenalizzazione dell’ingiuria, ormai trasformata in semplice illecito civile, cambiano i termini della prescrizione e, in particolare, quelli entro cui la vittima deve attivarsi per chiedere la punizione del colpevole. Se, prima dell’entrata in vigore della riforma [1], la parte lesa aveva 90 giorni per presentare la querela, oltre i quali non poteva più ricorrere contro il responsabile, oggi invece ha cinque anni per avviare la causa. Peraltro – cosa che non succede nel processo penale – la notifica della citazione sospende la prescrizione per tutto il tempo di durata del giudizio. Quindi, per ipotesi, una causa che richieda numerosi anni, non potrà più essere chiusa per “prescrizione” dell’illecito se è stata avviata nei termini. Invece, nell’ambito penale, la prescrizione del reato era di 6 anni (7 e mezzo se interveniva un atto interruttivo).

 

In verità, anche in precedenza esisteva il termine quinquennale per chi avesse voluto procedere direttamente in via civile, piuttosto che chiedere il risarcimento nel giudizio penale (con la cosiddetta “costituzione di parte civile”). Oggi, però, quest’ultima possibilità è cancellata, essendo stato abrogato il reato. Pertanto, chi offende l’onore e la reputazione altrui può subire solo due conseguenze:

 

– una condanna al risarcimento del danno;

– una sanzione civile, che finisce nelle casse dello Stato, che va da 200 a 12.000 euro.

 

La sanzione è irrogata dal giudice d’ufficio. Non è necessaria una domanda della parte.

 

Per maggiori informazioni sul procedimento per chiedere il risarcimento del danno per il caso di ingiuria leggi l’approfondimento: “Ingiuria: la nuova sanzione e il risarcimento del danno“.

 

La prescrizione

Come detto, per avviare l’azione civile, la vittima ha cinque anni di tempo che decorrono dalla data in cui è stato commesso l’illecito. La notifica della citazione interrompe la prescrizione e non decorre durante il processo.

 

Una volta, però, emessa la sentenza la condanna al pagamento del risarcimento del danno si prescrive in 10 anni come per tutti gli obblighi derivanti da atti giudiziari. In caso di mancato pagamento, il responsabile potrà essere oggetto di pignoramento.

 

Anche la sanzione si prescrive in cinque anni. In questo caso, però, la riforma non chiarisce se il termine viene interrotto dall’avvio del processo o meno.

 

In caso di mancato pagamento, l’importo verrà iscritto a ruolo e il responsabile riceverà la cartella di pagamento di Equitalia.

 

La sanzione si impugna secondo le norme di impugnazione del provvedimento conclusivo del processo concluso (ad esempio appello)

 

Le sanzioni sono applicate dal giudice che può muoversi nella cornice edittale valutando:

a) gravità della violazione;

b) reiterazione dell’illecito;

c) arricchimento del soggetto responsabile;

d) opera svolta dall’agente per l’eliminazione o attenuazione delle conseguenze dell’illecito;

e) personalità dell’agente;

f) condizioni economiche dell’agente.


[1] D.lgs. n. 7/2016.

Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
 
Commenti
9 Feb 2016 CECILIA LOLIVA PINTO

CON LA SPERANZA E’ L’AUGURIO CHE SIANO RIAPERTE TUTTE PRATICHE ARCHIVIATE,POICHE’PER SVARIATI CITTADINI VITTIME DI REATI RELATIVI AL C.P. E’ C.P.P.,FINO ADESSO TUTTE LE QUERELE-DENUNCIA,SEGNALAZIONI,ESPOSTI,ECC.,ECC.,PUR SE PER CRUDELTA’, CATTIVERIA,INCAPACITA’,ELARGIZIONE DI IOSA,, COMPLICITA’ DI CRICCHE DI MALAFFARE, CORRUZZIONE, MINACCE,IGNOBILTA’,ILLEGALITA’,
ANOMALIE,ACCORDI A PRIORI,E’ QUANT’ALTRO RELATIVO ALLA DISUMANA INCIVILTA’,SIANO RIAPERTE LE INDAGINI E’ LE SVARIATE VITTIME OTTENIAMO TUTTO IL “MALTOLTO” E’ QUANT’ALTRO CI SPETTA DEI NOSTRI SACRO SANTI DIRITTI DI ANNESSI E’ CONNESSI. CHIEDO SCUSA DEGLI EVENTUALI ERRORI. IN FEDE PRESIDENTE ASSOCIAZIONE A.N.I.O.P.A.