Forfettario 2016: come passare al nuovo regime
Lo sai che?
8 Feb 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Forfettario 2016: come passare al nuovo regime

Nuovo regime fiscale agevolato Forfettario: come si effettua il passaggio dal regime ordinario e dal regime dei Minimi.

 

Il nuovo regime fiscale agevolato Forfettario, istituito dalla Legge di stabilità 2015 [1] e modificato dalla Stabilità 2016 [2] può essere adottato anche da chi è già in attività: sebbene le partite Iva già attive, difatti, non possano accedere alla tassazione agevolata del 5% dedicata alle nuove imprese, possono comunque accedere alla tassazione sostitutiva del 15%.

 

Vediamo quali sono gli adempimenti necessari perché l’impresa, o il professionista, già in attività possano accedere al regime Forfettario, alla luce dei nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

 

 

Passaggio dal regime ordinario al Forfettario

Come precisato da una recente circolare dell’Agenzia delle Entrate [3], la scelta del regime Forfettario, in quanto “regime naturale”, può avvenire dal 1° gennaio 2016 senza dare alcuna comunicazione preventiva; nessuna necessità, dunque, di presentare il modello AA9/12, relativo alla variazioni Iva.

 

Tuttavia, per evidenziare il comportamento concludente del contribuente, l’interessato, nella dichiarazione Iva 2016 (relativa alle operazioni 2015), deve compilare il rigo VA14, per segnalare che si tratta dell’ultima dichiarazione in regime ordinario.

 

Nell’Unico 2016, all’interno dei quadri RG o RF per le imprese, del quadro RF per i professionisti, dovranno essere gestite interamente:

 

– le quote residue dei componenti di reddito la cui tassazione o deduzione è stata rinviata, come le plusvalenze e le spese di manutenzione;

 

– per gli imprenditori, dovranno essere interamente tassati i ricavi, e dedotti i costi, di competenza del 2015, il cui incasso o pagamento è avvenuto o avverrà nel 2016;

 

– non si dovrà più addebitare l’Iva, inoltre, nelle fatture emesse nel 2016, né la ritenuta d’acconto.

Qualora il contribuente sbagli ed addebiti l’Iva, può comunque accedere al Forfettario, viste le incertezze normative legate alle ultime novità: basta che emetta una nota di accredito che rettifichi la fattura, restituendo l’importo pagato a titolo di rivalsa.

 

 

Revoca dell’opzione per il regime ordinario

Il passaggio al Forfettario è fattibile anche per chi, nel 2015, pur avendo i requisiti per il regime agevolato, abbia optato per il regime ordinario o semplificato: questi contribuenti possono, difatti, in via eccezionale, revocare l’opzione (nonostante il vincolo di 3 anni), in virtù degli importanti cambiamenti effettuati dalla Legge di Stabilità 2016[4].

 

Se, dunque, il contribuente decide di passare dal 1° gennaio 2016 al regime Forfettario, deve comunicare l’opzione nel quadro VO33 della dichiarazione Iva 2016 per l’anno 2015, e compilare, nella stessa dichiarazione, il rigo VA 14.

 

 

Passaggio da Minimi a Forfettario

I contribuenti aderenti al regime fiscale agevolato dei Minimi [5] non devono effettuare alcun adempimento formale per passare al regime Forfettario, in quanto quest’ultimo, come abbiamo detto, è il regime naturale per chi ne possiede i requisiti.

 

Tutto ciò che un minimo deve fare, per transitare al Forfettario, è dunque la modifica della dicitura relativa all’esenzione nella fattura: “Operazione in franchigia da Iva, art. 1, cc. 54-89, L. 190/2014. Non soggetta a ritenuta d’acconto ai sensi del c. 67, L. 190/2014”.

 

 

Permanenza nel Regime dei Minimi

Chi, invece, vuole restare nei Minimi, non deve fare niente, se ha già esposto di avere i requisiti per il regime di vantaggio all’interno del modello di dichiarazione d’inizio attività.

 

In caso contrario, deve inviare il modello Unico 2016, per i redditi 2015, allegando il quadro VO (relativo alle opzioni) e barrando la casella VO 34, nonostante non debba presentare la dichiarazione Iva.

 


[1] L. 190/2014.

[2] L. 208/2015.

[3] Circ. 6/E/2016.

[4] Ris. 67/E/2015.

[5] D.L. 98/2011.

 

Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
10 Feb 2016 nico nitti

ottimo