Reversibilità addio, il Governo vuole tagliare le pensioni
News
14 Feb 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Reversibilità addio, il Governo vuole tagliare le pensioni

Il nuovo ddl di riordino delle prestazioni assistenziali prevede limiti severissimi per ottenere la pensione di reversibilità.

 

Lo Stato batte cassa sulle spalle delle vedove: a lanciare l’allarme è il segretario generale dello Spi-Cgil, Ivan Pedretti, in base al contenuto del disegno di legge sul riordino delle prestazioni assistenziali, attualmente in Commissione Lavoro alla Camera, già approvato dal Consiglio dei Ministri. Il ddl, infatti, ha due disposizioni che, se mantenute così come sono, causeranno un vero e proprio terremoto sociale:

 

– in primo luogo, qualsiasi trattamento di assistenza sarà legato all’Isee della famiglia;

– in secondo luogo, la pensione di reversibilità diverrà una prestazione assistenziale, e non più previdenziale.

 

In parole povere, questo significa che potranno avere la reversibilità solo coloro che non possiedono nulla, o quasi, perché basta avere qualche risparmio in banca, o la convivenza con una persona con un minimo di reddito, per far alzare l’indice Isee.

Per un approfondimento leggi “Reversibilità e assegno sociale solo a chi ha Isee basso“.

 

 

Indice Isee

L’indicatore Isee, in pratica, serve a misurare la ricchezza di una famiglia: la misura, però, non si basa solo sui redditi percepiti, ma anche sul patrimonio di ogni componente del nucleo familiare.

 

È sufficiente, cioè, che un familiare possieda una casa o un terreno, anche se non frutta un euro, perché si sfori la soglia Isee utile per percepire i trattamenti assistenziali; così come un conto corrente bancario, o un libretto postale, possono far andare oltre la soglia, anche se si tratta dei risparmi di una vita di lavoro e sacrifici.

 

Entrano, poi, nel nucleo Isee, non solo tutti coloro che fanno parte dello stesso stato di famiglia (in generale tutti i residenti nella stessa abitazione, a meno che non si richiedano al Comune degli stati di famiglia separati, ma non vi devono essere legami di parentela o affettivi), ma anche altri soggetti non conviventi, come i genitori di figli minorenni, anche se non coniugati, ed il figlio studente universitario.

 

Insomma, ci vuole davvero molto poco per superare i rigidi limiti imposti dal Governo, anche se non si possiedono redditi.

 

 

Pensione di reversibilità

Tali limiti saranno validi anche per percepire la pensione di reversibilità (cioè la pensione ai superstiti, che può essere di reversibilità o indiretta), in quanto il ddl la qualifica come prestazione assistenziale.

 

Tale qualifica, però, appare ingiusta, poiché la reversibilità è un trattamento che si basa sui contributi versati nell’arco della vita lavorativa del deceduto: in questo modo si porrebbe in essere un furto legalizzato da parte dello Stato, che incamererebbe i contributi previdenziali versati dai lavoratori, senza devolverli agli eredi aventi diritto. Peraltro, già da tempo sono previsti dei limiti di reddito per percepire il trattamento.

 

Non tranquillizza il fatto che le prestazioni già in essere non saranno toccate, ma soltanto quelle concesse dall’entrata in vigore della norma: in questo modo, al contrario, si andranno a colpire proprio i più bisognosi, in quanto le future pensioni saranno sempre più magre.

 

Si spera dunque in una marcia indietro sul ddl, che almeno tenga conto del reddito effettivo dei beneficiari, e non del patrimonio.


Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
 
 
Commenti
14 Feb 2016 Luca Bosco

l’ISEE è un indicatore, talvolta per determinate misure assistenziali oppure per accedere a determinati benefici, gli enti stabiliscono una determinata soglia del valore ISEE da non superare per essere idonei, non esiste una soglia generica stabilita dal governo!!

 
Noemi Secci
14 Feb 2016 Noemi Secci

Esisterà però una soglia per la pensione di reversibilità, che diventerà una misura assistenziale secondo il ddl

 
14 Feb 2016 luigi arnone

IL; GOVERNO RENZI TASSA I POVERI E PREMIA I RICCHI E GLI EVASORI FISCALI .. VERGOGNA LA SPERANZA E ‘ UNA SINISTRA UNITA ANTAGONISTA ALLE POLITICHE RESTRITTIVE DEL PD e ALLEATI DI CENTRODESTRA E CONTRO I LEGHISTI E GRILLINI PRONTI A VENDERSI AL MIGLIOR OFFERENTE CHE SIA LA PARTE DI DESTRA DELLA CHIESA ( BAGNASCO ) E MOVIMENTO CINQUE STELLE ( GRILLO) vedi UNIONI CIVILI e BERLUSKONI ( Sindaco di Roma BERTOLASO ( e massaggiatrici bunga bunga INQUISITO ) SOSTENUTO da FRATELLI d’ ITALIA ( MELONI ) e LEGA NORD ( SALVINI )…….

 
14 Feb 2016 Daniela Veronesi

Peserà moltissimo sulle donne, molte delle quali hanno abbandonato il proprio lavoro per seguire la famiglia, visto che lo Stato è latitante su Asili Nido e altre strutture, a questo punto, se non riceveremo più nulla perchè essere obbligati a pagare? Ci ridiano ció che è stato versato e ci faremo delle assicurazioni, sembra il peggior modello americano.

 
14 Feb 2016 Giovanni Valerio

Ovviamente ci sarà la solita deroga per i politici percettori di vitalizio.
Ma cosa vogliono, la rivoluzione o suicidi collettivi ?.

 
15 Feb 2016 B.M.

Questo governicchio fa cassa sulla pelle di chi certi diritti li ha guadagnati, ma i diritti dei cittadini sono carta straccia rispetto ai diritti dei magistrati che li rivendicano come acquisiti, e quindi non si toccano. Io insisto vorrei barattare la mia nazionalità con quella di un qualsiasi cittadino del mondo, le nefandezze che questo governo sta perpetrando nei confronto della popolazione sono nauseabonde. ERGO: MI VERGOGNO DI ESSERE UN CITTADINO ITALIANO !

 
15 Feb 2016 dante teodoro

Mia nuora è Francese, mi dice spesso che in Francia tengono ben conservate le ghigliottine usate nella rivoluzione. perchè non si sa mai. Gli chiederò un favore, per farmi prestare almeno una ghigliottina, così, sapete quante teste si potranno tagliare?Tantissime!!!

 
8 Mar 2016 Anna Rossi

O la smettono di rubare o finisce male! Dall’estero non fanno che farsi delle crasse risate su quanto siamo diventati imbecilli a sopportare queste angherie ….finirà nel sangue se continuano a tirar la corda.