Bonus Garanzia Giovani, meno limiti e nuova procedura Inps
News
16 Feb 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Bonus Garanzia Giovani, meno limiti e nuova procedura Inps

La procedura di domanda all’Inps del Bonus Garanzia Giovani è stata modificata: possibile superare i limiti de minimis per gli incentivi.

 

L’Inps, con una recente circolare [1], ha reso noto che la procedura per richiedere il bonus Garanzia Giovani è stata cambiata, in base alle ultime disposizioni in materia del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali [2].

La nuova disciplina, difatti, ha apportato delle importanti modifiche, in merito alla concessione del bonus, che rendono possibile superare i rigidi limiti imposti, a livello europeo, dal cosiddetto Regime de minimis, per le aziende che realizzano un incremento occupazionale netto.

 

 

Bonus Garanzia Giovani: a quanto ammonta

Ricordiamo brevemente in cosa consiste, ed a quanto ammonta, il Bonus Garanzia Giovani: si tratta di un incentivo all’assunzione, valido per le aziende che  instaurano un rapporto di lavoro subordinato con gli iscritti al programma Garanzia Giovani.

In particolare, il Bonus ammonta a :

 

2.000 euro, per i giovani con profilo molto alto (in pratica, per quelli che hanno meno possibilità di entrare nel mercato del lavoro) assunti con contratto a tempo determinato di durata dai 6 ai 12 mesi ;

1.500 euro, per i giovani con profilo alto assunti con contratto a tempo determinato di durata dai 6 ai 12 mesi ;

4.000 euro,  per i giovani con profilo molto alto assunti a tempo determinato oltre i 12 mesi ;

3.000 euro,  per i giovani con profilo alto assunti a tempo determinato oltre i 12 mesi ;

6.000 euro,  per i giovani con profilo molto alto assunti a tempo indeterminato;

4.500 euro,  per i giovani con profilo alto assunti a tempo indeterminato;

– 10.000 euro, per i contratti di apprendistato per il conseguimento della qualifica o del diploma professionale.

I giovani con profilo medio hanno accesso ad un bonus assunzione massimo di 3.000 euro, ma soltanto qualora siano inseriti a tempo indeterminato; i giovani con profilo basso hanno diritto ad un incentivo pari a 1500 euro.

 

 

Bonus Garanzia Giovani: nuove condizioni

Il Bonus Garanzia Giovani può essere concesso, nel dettaglio, con limiti differenti, a seconda della categoria a cui appartengono i lavoratori assunti:

 

– iscritti al Programma Garanzia Giovani con età tra 16 e 24 anni: per fruire degli incentivi, qualora sia superato l’importo massimo degli aiuti secondo il regime de minimis, è necessario che le nuove assunzioni comportino un incremento occupazionale netto (rispetto alla media dei dipendenti in un determinato periodo);

 

– iscritti al Programma Garanzia Giovani con età tra 25 e 29 anni; per fruire degli incentivi, qualora siano superati i limiti de minimis, è necessario che le nuove assunzioni comportino un incremento occupazionale netto, e che si realizzi una delle seguenti condizioni:

 

– assunzione di un soggetto privo di occupazione stabile da almeno 6 mesi;

– assunzione di un giovane privo di diploma di scuola secondaria di secondo grado, o di una qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale;

– assunzione di un soggetto che ha completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni, senza aver ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;

– assunzione di un soggetto occupato in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna superiore al 25%.

 

 

Incremento occupazionale netto

Il requisito dell’incremento occupazionale netto, necessario per fruire degli incentivi, può essere superato qualora il numero dei dipendenti diminuisca per i seguenti motivi:

 

– dimissioni volontarie;

– invalidità;

– pensionamento per raggiunti limiti d’età;

– riduzione volontaria dell’orario di lavoro;

– licenziamento per giusta causa.

 

 

Nuova procedura Inps per richiedere il Bonus

Per richiedere gli incentivi Garanzia Giovani, deve essere utilizzato il modulo GAGI, disponibile all’interno del portale web dell’Inps, nella sezione dedicata alle aziende: il modulo è stato modificato in base alle nuove eccezioni, che permettono di ottenere il Bonus anche oltre gli incentivi de minimis.

Pertanto, nelle ipotesi in cui si voglia richiedere il bonus occupazionale oltre le soglie de minimis, per il lavoratore assunto deve essere specificamente indicata, nel modulo di richiesta dell’incentivo, la sussistenza delle condizioni sopra elencate.


[1] Inps Circ n. 32/2016.

[2] Decreto Direttoriale n. 385/II/2015 del 24.11.2015.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti