Concorso Vigili del Fuoco 2016 per atleti Gruppo Sportivo
Lo sai che?
2 Mar 2016
 
L'autore
Maria Monteleone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Concorso Vigili del Fuoco 2016 per atleti Gruppo Sportivo

Concorso per 12 posti nel Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco: domande entro il 10 marzo 2016.

 

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli, a 12 posti per l’accesso al ruolo dei vigili del fuoco in qualità di atleta del Gruppo sportivo dei vigili del fuoco Fiamme Rosse così suddivisi:

 

– n. 2 atleti di sesso femminile, disciplina canottaggio, specialità pesi leggeri, doppio;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina lotta, specialità greco romana, cat. 59 kg;

– n. 1 atleta di sesso femminile, disciplina nuoto, specialità stile libero, m. 1500;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina nuoto, specialità dorso m. 200, vasca corta;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina pesistica, specialità cat. +105;

– n. 1 atleta di sesso femminile, disciplina scherma, specialità sciabola;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina scherma, specialità sciabola;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina taekwondo, specialità cat. -54 kg;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina tiro a volo, specialità fossa olimpica, categoria eccellenza;

– n. 1 atleta di sesso femminile, disciplina tiro a volo, specialità fossa olimpica, categoria eccellenza;

– n. 1 atleta di sesso maschile, disciplina tuffi,,specialità piattaforma m. 10.

 

 

Requisiti di ammissione

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti:

 

a) cittadinanza italiana;

 

b) godimento dei diritti politici;

 

c) età non inferiore ad anni 17 e non superiore ad anni 30; per la sola disciplina tiro a volo specialità fossa olimpica, maschile e femminile, il limite massimo di età è fissato in anni 35;

 

d) idoneità fisica, psichica e attitudinale, secondo i requisiti stabiliti dal decreto del Ministro dell’Interno 11 marzo 2008, n. 78 e dall’art. 2, comma 2, del decreto 13 aprile 2015, n. 61, eccezion fatta per le deroghe relative ai parametri fissati nei seguenti requisiti: statura (art. 1, 1° comma, DM 78/2008), peso corporeo, senso luminoso e cromatico, acutezza visiva e capacità uditiva (art. 1 del decreto del Ministro dell’Interno 11 marzo 2008, n. 78, 1° comma, lettere c, d , f, g,), i cui parametri non si applicano perché così previsto dall’art. 2, lettera b), del decreto 13 aprile 2015 n. 61. Con riferimento alle cause di non idoneità per l’accesso alla qualifica di vigile del fuoco in qualità di atleta dei vigili del fuoco, ed in particolare alla presenza di sostanze proibite, si applicano anche quelle individuate dalla “Prohibited List del World AntiDoping Code, pubblicata annualmente dall’agenzia Mondiale Antidoping (WADA)”;

 

e) possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo;

 

f) possesso delle qualità morali e di condotta;

 

g) essere riconosciuti atleti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) o dalle federazioni sportive nazionali;

 

h) detenere almeno uno dei titoli sportivi di cui alla Tabella A – Categoria I del decreto 13 aprile 2015, n. 61.

 

Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati o che abbiano riportato una condanna a pena detentiva per reati non colposi ovvero siano stati sottoposti a misura di prevenzione nonché coloro che siano stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale.

 

I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di partecipazione, ad eccezione dei requisiti di idoneità fisica e psichica, che dovranno essere posseduti al momento degli accertamenti effettuati dalla Commissione medica.

 

 

Titoli

I criteri di valutazione e i punteggi massimi attribuibili a ciascuno dei titoli sportivi sono specificati nell’allegato 2 del bando.

 

Per tutte le discipline sportive il punteggio minimo richiesto per l’inserimento in graduatoria, considerando unicamente il punteggio dei titoli sportivi, è di 12 punti. Ai fini della valutazione dei titoli sportivi sono presi in considerazione solo quelli certificati dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano o dalle Federazioni sportive nazionali e relativi alla sola specialità per la quale si concorre, acquisiti a partire dai diciotto mesi precedenti la data di scadenza indicata dal bando come termine utile per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. Solo nel caso di manifestazioni con cadenza pluriennale, quali Olimpiadi, Campionati Mondiali ed Europei, si terrà conto esclusivamente di titoli conseguiti nell’ultima edizione che ha avuto luogo, anche oltre il termine di diciotto mesi sopraindicato.

 

Tutti i predetti titoli devono essere posseduti alla data di scadenza fissata per la presentazione delle domande dal bando di concorso. I titoli non dichiarati nella domanda di partecipazione, anche se dichiarati successivamente, non saranno presi in considerazione ai fini della valutazione. Sulla base del punteggio riportato nei titoli sportivi e culturali, la commissione formula le graduatorie di merito per ciascuna disciplina messa a concorso.

 

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata e inviata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC), entro il 10 marzo 2016.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti