Assicurazione rc auto: sconto a chi non provoca incidenti
News
10 Mar 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Assicurazione rc auto: sconto a chi non provoca incidenti

Ddl Concorrenza: tra gli emendamenti, i bonus sulla polizza a chi accetta di montare la scatola nera o dispositivi di controllo del tasso di alcol.

 

Il Parlamento torna a discutere del ddl Concorrenza e, inevitabilmente, torna il capitolo sugli sconti alle polizze assicurative sulla responsabilità civile automobilista (cosiddetta rc auto). Il nuovo testo prevede l’obbligo, per la compagnia, di applicare sconti ai clienti che accetteranno di montare la scatola nera all’interno della propria vettura o il blocco del motore se il conducente ha il tasso d’alcool superiore al consentito. La misura dello sconto non viene prefissata dalla legge: sarà invece determinata contrattualmente dalla compagnia, ma a patto che sia “significativa”: lo sconto, insomma, deve poter fare la differenza per il portafoglio dell’assicurato. Inoltre, per coloro che, residenti in aree ad alta sinistrosità, non avranno causato incidenti negli ultimi 4 anni, sarà prevista un’ ulteriore riduzione della polizza.

 

Sono queste le novità introdotte al disegno di legge su cui il Governo ha dato il proprio parere positivo. Vediamoli singolarmente.

 

 

Gli sconti sulla polizza

La legge fissa le condizioni alle quali l’assicurazione dovrà concedere lo sconto, ma non ne predetermina l’ammontare, a condizione che esso sia significativo. La compagnia dovrà applicare le suddette riduzioni del prezzo nei seguenti casi:

 

– a chi acconsente, prima della conclusione del contratto, a un’ispezione della propria auto a spese dell’assicurazione: l’assicurazione verificherà le condizioni generali del veicoli e conserverà il verbale di ispezioni per futuri confronti in caso di denuncia di sinistro;

 

– a chi accetta di montare la scatola nera, anche questa a spese della compagnia. Essa servirà, in caso di sinistro, a registrare l’evento onde poter ricostruire la dinamica del sinistro e determinare l’eventuale responsabilità del conducente;

 

– a chi fa installare, sul proprio mezzo, dispositivi tecnologici che prevedono il blocco del motore se il conducente ha un tasso alcolemico superiore ai limiti stabiliti dalla legge. Anche in questo caso la spesa è a carico dell’assicurazione;

 

– a chi è residente nelle province a maggiore tasso di sinistrosità elevato e, negli ultimi 4 anni, non ha provocato sinistri per propria colpa totale o parziale.

 

Tutti gli sconti devono essere pubblicati sui siti internet delle assicurazioni e sull’esatta applicazione degli stessi l’Ivass farà ispezioni. In caso di violazione, scatterà a carico della compagnia una sanzione pecuniaria amministrativa da 10 mila a 80 mila euro e, a favore dell’assicurato, la riduzione automatica del premio di assicurazione.


Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Scarica e archivia l'articolo in pdf
Per avere il pdf inserisci qui sotto la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Download PDF SCARICA PDF
 


 
Commenti