Contributi Inps per soggiorni in Italia e all’estero
Bandi-Concorsi
20 Mar 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Contributi Inps per soggiorni in Italia e all’estero

Estate Inpsieme, nuovo bando pubblico dell’Inps che finanzia vacanze sia nel nostro Paese che in Europa.

 

Sono stati appena pubblicati i bandi di concorso Estate Inpsieme 2016, per l’assegnazione di contributi per soggiorni estivi in Italia e soggiorni studio in Europa. La copertura dei costi della vacanza può essere sia totale che parziale, a seconda dell’Isee dei beneficiari: i contributi arrivano sino a 4.000 euro  per i soggiorni all’estero, mentre per le vacanze in Italia arrivano sino a 1.400 euro.

 

 

Estate Inpsieme: beneficiari

Il concorso è in favore dei figli o degli orfani:

 

– dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;

 

– dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;

 

– degli iscritti alla Gestione Fondo IPOST (Poste);

 

– degli assistiti IPA (Istituto di Previdenza e Assistenza per i dipendenti di Roma Capitale).

 

I beneficiari dei soggiorni in Italia possono essere iscritti alle classi seconde, terze, quarte e quinte della scuola primaria, a qualsiasi classe della scuola secondaria di primo grado, o alla scuola secondaria di secondo grado se disabili.

Per i soggiorni esteri, i beneficiari devono risultare iscritti ad una scuola secondaria di secondo grado.

 

 

Contributi per i viaggi all’estero

I contributi riconosciuti per i viaggi all’estero sono in tutto 22.400,e arrivano a un massimo di:

 

2.400 euro per un soggiorno di durata pari a quindici giorni/quattordici notti;

4.000 euro per un soggiorno di durata pari a quattro settimane.

 

I contributi sono finalizzati ad offrire a studenti della scuola secondaria di secondo grado la possibilità di fruire di soggiorni studio all’estero, durante la stagione estiva 2016 nei mesi di giugno, luglio e agosto, in Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Germania e Spagna, presso college e campus stranieri, per lo studio di una delle seguenti lingue:

 

– inglese;

– francese;

– tedesco;

– spagnolo.

 

 

Contributi per i soggiorni in Italia

I contributi riconosciuti per i viaggi in Italia sono in tutto 12.650,e arrivano a un massimo di:

 

800 euro per un soggiorno di durata pari a otto giorni/sette notti;

4.000 euro per un soggiorno di durata pari a quindici giorni/quattordici notti.

 

I contributi comprendono, oltre le spese di viaggio, le spese di alloggio presso strutture turistiche ricettive, le spese di vitto durante tutto il soggiorno, comprese le festività, le spese connesse a gite, escursioni, attività ricreative, sportive e quant’altro previsto nel programma del soggiorno, comprese le coperture assicurative.

Il soggiorno studio deve essere finalizzato all’acquisizione di abilità sportive, culturali, artistiche o linguistiche, mediante la partecipazione a corsi o seminari per una media minima di tre ore al giorno. Le conoscenze e competenze acquisite dovranno essere attestate dal soggetto terzo organizzatore.

 

 

Copertura delle spese

Le spese per il viaggio sono coperte da un massimo del 100%, se l’Isee del nucleo è inferiore a 16.000 euro, a un minimo del 70%, se l’Isee del nucleo è oltre 48.000 euro.

 

 

Invio della domanda

La domanda deve essere trasmessa telematicamente dal portale web dell’Inps, nell’area Servizi on line, accessibile tramite Pin dispositivo.

È necessario, all’atto della domanda, essere in possesso dell’attestazione Isee 2016 in corso di validità.

Le domande possono essere inviate sino al 31 marzo 2016.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti