Adozione di persona maggiorenne
Le Guide
13 Mar 2016
 
L'autore
Marco Borriello
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Adozione di persona maggiorenne

Adozione di un maggiorenne: requisiti e documentazione necessaria per l’adottante e l’adottato. Modalità del procedimento in Tribunale. I costi.

 

Adottare un bambino è un gesto meraviglioso con il quale si realizza un desiderio meritevole di lode, il più delle volte, accogliendo nella propria famiglia un minore altrimenti abbandonato al suo difficile destino.

Quando si parla di adozione, quindi, il nostro pensiero si dirige all’ipotesi appena descritta. Tuttavia, il nostro ordinamento giuridico prevede e regola un caso non meno frequente ed altrettanto meritevole di tutela e disciplina: l’adozione di una persona maggiorenne.

Ebbene, con questo articolo, ci si propone d’informare il lettore sul procedimento previsto a questo scopo, rispondendo ad alcune domande in materia.

 

Quando posso adottare una persona maggiorenne?

La legge italiana prevede che un uomo o una donna, di almeno 35 anni, possano adottare un maggiorenne. In tal caso è comunque necessario che tra chi adotta e l’adottato vi siano almeno 18 anni di differenza.

 

Per l’adozione di un maggiorenne, è sufficiente il mio consenso e quello dell’adottato?

No, sono necessari altri elementi:

 

1) l’adottante non deve avere figli minori. In caso contrario non può adottare una persona maggiorenne;

 

2) se l’adottante ha figli maggiorenni, essi devono prestare il loro consenso. In caso contrario non può adottare una persona maggiorenne;

 

3) se l’adottante è coniugato e non legalmente separato, è necessario il consenso del coniuge;

 

4) se il maggiorenne da adottare è a sua volta coniugato e non legalmente separato, è necessario il consenso del coniuge;

 

5) se il maggiorenne da adottare ha dei genitori naturali, è necessario il loro consenso. In caso di dissenso, però, il Tribunale può autorizzare ugualmente l’adozione se il rifiuto è ingiustificato o contrario agli interessi dell’adottando.

 

Quali documenti devo preparare se voglio adottare una persona maggiorenne?

Colui che adotta deve preparare i seguenti documenti:

 

1) copia integrale dell’atto di nascita (recarsi presso il comune di nascita);

2) certificato di residenza in bollo (16 euro);

3) certificato di matrimonio o di stato libero;

4) stato di famiglia in bollo (16 euro);

5) atto notorio attestante che chi adotta non ha figli legittimi, legittimati, naturali o adottivi;

6) certificato del casellario giudiziario (non tutti i Tribunali lo richiedono, ma è meglio farlo)

 

Quali documenti devo preparare se sono maggiorenne e voglio essere adottato?

Colui che vuole essere adottato deve preparare i seguenti documenti:

 

1) copia integrale dell’atto di nascita (recarsi presso il comune di nascita);

2) certificato di residenza in bollo (16 euro);

3) certificato di matrimonio o di stato libero;

4) certificato di morte dei genitori, se deceduti.

 

Se il maggiorenne adottato è uno straniero, è necessario che i documenti originali siano redatti nella lingua di provenienza ed accompagnati dalla traduzione giurata.

 

Come funziona il procedimento per adottare un maggiorenne?

In primo luogo fatevi assistere da un legale. Quindi, documenti alla mano, sarà depositata un’apposita domanda al Tribunale territorialmente competente (quello della residenza dell’adottante).

A seguito dell’istanza predetta, il Tribunale fissa un’udienza di comparizione dove tutte le parti interessate (adottante, adottando, genitori di quest’ultimo, coniugi, figli maggiorenni consenzienti dell’adottante) dovranno comparire per esprimere il loro consenso.

La legge ammette che questo consenso sia espresso tramite una persona munita di procura speciale rilasciata per atto pubblico o scrittura privata autenticata.

Il Tribunale, verificate che sono rispettate tutte le condizioni per ammettere l’adozione, autorizza la medesima, con una sentenza che, una volta definitiva (cioè senza che vi sia stato alcuna impugnazione) dovrà essere comunicata, a cura della cancelleria, all’ufficiale dello stato civile per l’annotazione a margine dell’atto di nascita dell’adottato.

 

Quali sono i costi per adottare una persona maggiorenne?

Il costo maggiore è sicuramente quello che dovrà affrontare la vostra pazienza, tra documenti e burocrazia.

Per la domanda in Tribunale occorre versare un contributo unificato di 98 euro e cui va aggiunta la marca da bollo da 27. La sentenza che decreta l’adozione deve essere, altresì, registrata con un importo di 200 euro.

Ai costi decritti, occorre aggiungere quello del legale che vi assisterà: fatevi fare sempre un preventivo. È un vostro diritto e sarete così coscienti di quanto dovrete spendere.


Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti