La disdetta dalla locazione: fac simile con esempio di recesso
Lo sai che?
14 Mar 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

La disdetta dalla locazione: fac simile con esempio di recesso

Affitto: come si comunica il recesso dalla locazione e si scrive la lettera per dare la disdetta al padrone di casa o all’inquilino.

 

Il locatore (padrone di casa) o il conduttore (inquilino) che non intende far più proseguire la locazione oltre la sua scadenza, deve comunicare la disdetta del contratto all’altra parte, almeno 6 mesi prima della scadenza dei successivi 4 anni, a pena di decadenza (ossia dopo otto anni meno sei mesi, dall’inizio del contratto). Se il termine della comunicazione della disdetta scade di domenica o in altro giorno festivo la comunicazione può essere inviata il giorno successivo non festivo.

 

Se l’appartamento è stato dato in affitto a più soggetti (per esempio un contratto firmato da moglie e marito), la disdetta può essere comunicata anche ad un solo soggetto. In caso di morte del conduttore, la disdetta comunicata ad uno solo degli eredi del conduttore defunto è idonea a costituire in mora tutti gli altri eredi nella riconsegna dell’immobile alla scadenza del contratto.

 

 

Come si calcola il termine dei sei mesi?

Con una sentenza dell’anno scorso [1], le Sezioni Unite della Cassazione hanno chiarito che il termine dei sei mesi si considera rispettato se, entro tale data, la lettera viene consegnata al destinatario. Non basta, quindi, dimostrare che, nei sei mesi, la raccomandata sia stata spedita. Se, infatti, la consegna dovesse avvenire oltre tale termine, l’interruzione non avrebbe prodotto i suoi effetti in tempo (varrebbe, tuttavia, per la successiva scadenza).

 

La disdetta inviata al conduttore a mezzo di lettera raccomandata e non consegnata per l’assenza dello stesso, deve ritenersi pervenuta a sua conoscenza dal tempo dell’arrivo al suo indirizzo e del rilascio del relativo avviso di giacenza del plico presso l’ufficio postale e non da quello del successivo ritiro [2].

 

 

Come si comunica la disdetta?

La legge non prescrive una particolare forma della disdetta: l’importante è che essa arrivi a conoscenza del destinatario. Dunque, la raccomandata a.r., benché sia la modalità più sicura, perché garantisce sempre (grazie all’avviso di ricevimento) la prova dell’avvenuta spedizione e consegna, non è tuttavia l’unica con cui si può comunicare la disdetta. È sicuramente possibile anche il fax, il telegramma, la posta elettronica certificata e la raccomandata a mano (ossia il plico consegnato nelle mani del destinatario e da questi controfirmato per ricevuta (ovviamente la firma andrà apposta in una copia dell’atto che rimane nelle mani del mittente).

 

La disdetta deve essere firmata di proprio pugno dal mittente (locatore o inquilino) altrimenti la locazione non cessa e si considera per rinnovata per il tempo fissato dalla legge.

Attenzione: il contratto potrebbe prevedere una forma specifica per la disdetta, rendendo quindi del tutto nulle tutte le altre forme. Per esempio, è tipico il caso del contratto che preveda l’obbligo di invio della raccomandata a.r. a uno specifico indirizzo. A tal fine, per non cadere in errore ed evitare che la disdetta non produca effetto, è necessario leggere attentamente tutta la scrittura privata.

 

 

Come si scrive la disdetta della locazione?

La disdetta data dal locatore deve contenere la volontà di far cessare la locazione alla sua scadenza e di riottenere quindi la disponibilità dell’immobile.

La disdetta data dal conduttore deve contenere la volontà di far cessare la locazione alla sua scadenza e quindi di restituire al locatore l’immobile alla scadenza del contratto, riconsegnandogli le chiavi.

 


 

FAC SIMILE DI LETTERA DI DISDETTA DELLA LOCAZIONE

DINIEGO DI RINNOVO DELLA LOCAZIONE ALLA PRIMA SCADENZA

(Luogo)………

(data)……….

………………………….

[Indirizzo del destinatario]

 

Oggetto: Diniego di rinnovo alla prima scadenza del contratto di locazione per l’immobile sito in……… Via……………

 

Egregio Signor………… [nome e cognome del Conduttore]

 

con riferimento al contratto tra noi in essere relativo all’unità immobiliare sita in………….. Via………… n….. con decorrenza dal………….. e scadenza il………….. Le comunico la mia necessità di ottenere la disponibilità dell’immobile in oggetto per destinarlo………….. [specificare il motivo del diniego].

Sono pertanto ad informarla, a tutti gli effetti di legge, di non rinnovare la locazione oltre la prossima scadenza del……….

Le chiedo pertanto di rilasciare l’immobile entro il………. Le chiedo cortesemente di comunicarmi le modalità con cui intende provvedere al rilascio dell’immobile entro la predetta dat

 


 

COMUNICAZIONE DI RECESSO DEL CONDUTTORE

 

(Luogo)………

(data)……….

 

Oggetto: Recesso dal contratto di locazione relativo all’appartamento sito in………, via………

 

Egregio Signor/Spettabile società…………,

con la presente comunico che a far data dal……… recedo anticipatamente dal contratto di locazione concluso in data………….. della durata di………….. attualmente in corso e relativo all’appartamento in………, via……… n……….

 

In caso di recesso per grave motivo:

Tale recesso è esercitato ai sensi degli effetti di cui all’art. 3 L. 431/98, stante l’impossibilità di proseguire nel rapporto di locazione in quanto……… [specificare il grave motivo sopravvenuto]

 

In caso di recesso convenzionale

Tale recesso è esercitato ai sensi dell’art………….. del contratto di locazione

Le confermo pertanto che entro tale data provvederò a rilasciare l’immobile nella Sua piena disponibilità, libero da persone e da cose di mia proprietà.

Distinti saluti.

………

(Firma del conduttore)


[2] Cass. sent. n. 629/1978.

[2] Cass. S.U. sent. n. 24822/2015.

 

Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti