Prestazioni a sostegno del reddito: importi del 2016
Lo sai che?
16 Mar 2016
 
L'autore
Maria Monteleone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Prestazioni a sostegno del reddito: importi del 2016

Trattamenti di integrazione salariale, fondo credito, indennità di mobilità, indennità di disoccupazione Naspi e Dis-Coll: gli importi massimi del 2016.

 

L’INPS, con una recente circolare [1], ha comunicato gli importi massimi in vigore dal 1 gennaio 2016 per le seguenti prestazioni a sostegno del reddito:

 

– trattamenti di integrazione salariale;
– assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito;
– assegno emergenziale per il Fondo del Credito Cooperativo;

 

– indennità di mobilità;
– trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia;
– indennità di disoccupazione Naspi;
– indennità di disoccupazione Dis-Coll;
– assegno per le attività socialmente utili.

 

 

Trattamenti di integrazione salariale

Si riportano gli importi massimi mensili dei trattamenti di integrazione salariale, la retribuzione lorda mensile, maggiorata dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive, oltre la quale è possibile attribuire il massimale più alto.

Gli importi sono indicati, rispettivamente, al lordo ed al netto della riduzione che attualmente è pari al 5,84 per cento:

 

– retribuzione inferiore o uguale a 2.102,24: importo lordo euro 971,71; importo netto euro 914,96;

– retribuzione superiore a 2.102,24: importo lordo euro 1.167,91; importo netto euro 1.099,70.

 

Trattamenti di integrazione salariale – settore edile (intemperie stagionali):

 

– retribuzione inferiore o uguale a 2.102,24 euro: importo lordo euro 1.166,05; importo netto euro 1.097,95;

– retribuzione superiore a 2.102,24 euro: importo lordo euro 1.401,49; importo netto euro 1.319,64.

 

 

Assegni Fondo Credito

1) Assegno ordinario:

 

–  retribuzione mensile lorda inferiore a 2.126,33 euro: 1.154,85 euro;

– retribuzione mensile lorda compresa tra 2.126,33 – 3.361,21 euro: 1.331,11 euro

– retribuzione mensile lorda superiore a 3.361,21 euro: 1.681,62 euro.

 

2) Assegno emergenziale:

 

–  retribuzione annuale lorda inferiore a 40.720,45 euro: 2.378,58 euro;

– retribuzione annuale lorda compresa tra 40.720,45 – 53.578,73 euro: 2.679,45 euro;

– retribuzione annuale lorda superiore a 53.578,73 euro: 3.750,21 euro.

 

3) Assegno emergenziale Fondo credito cooperativo:

 

–  retribuzione annuale lorda inferiore a 38.494,84 euro: 2.281,32 euro;

– retribuzione annuale lorda compresa tra 38.494,84 – 53.690,17 euro: 3.068,44 euro;

– retribuzione annuale lorda superiore a 53.690,17 euro: 3.568,87 euro.

 

 

Indennità di mobilità

Si riportano gli importi massimi mensili da applicare alla misura iniziale dell’indennità di mobilità spettante per i primi dodici mesi, da liquidare in relazione ai licenziamenti successivi al 31 dicembre 2015, nonché la retribuzione mensile di riferimento, oltre la quale è possibile attribuire il massimale più alto.

 

Gli importi sono indicati, rispettivamente, al lordo ed al netto della riduzione che attualmente è pari al 5,84 per cento:

 

– retribuzione inferiore o uguale a 2.102,24: importo lordo euro 971,71; importo netto: euro 914,96;

– retribuzione superiore a 2.102,24: importo lordo euro 1.167,91; importo netto: euro 1.099,70.

 

 

Trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia

Per i lavoratori che hanno diritto al trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia di cui all’articolo 11, commi 2 e 3, della legge 23 luglio 1991, n. 223, nonché a quello di cui all’articolo 3, comma 3,  della legge 19 luglio 1994, n. 451, trovano applicazione gli importi indicati per il trattamento di integrazione salariale.

 

Per i lavoratori che hanno diritto al trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia di cui alla legge 6 agosto 1975, n. 427, l’importo da corrispondere, è fissato, per l’anno 2016, in: euro 635,34 che, al netto della riduzione del 5,84 per cento, è pari ad euro 598,24.

 

 

Indennità di disoccupazione NASpI

La retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione NASpI è pari ad euro 1.195 per il 2016. L’importo massimo mensile di detta indennità non può in ogni caso superare, per il 2016, euro 1.300.

 

 

Indennità di disoccupazione DIS-COLL

La retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo della indennità di disoccupazione DISCOLL è pari ad euro 1.195 per il 2016. L’importo massimo mensile di detta indennità non può in ogni caso superare, per il 2016, euro 1.300.

 

 

Indennità di disoccupazione agricola

Per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione ordinaria agricola con requisiti normali, da liquidare nell’anno 2016 con riferimento ai periodi di attività svolti nel corso dell’anno 2015, trovano applicazione, in ossequio al principio della competenza, gli importi massimi stabiliti per tale ultimo anno.

 

Pertanto tali importi pari ad euro 1.165,58 (per ciò che riguarda il massimale più alto) e ad euro 969,77 (quanto al massimale più basso).

 

 

Assegno per attività socialmente utili

L’importo mensile dell’assegno spettante ai lavoratori che svolgono attività socialmente utili è pari, dal 1° gennaio 2016, ad euro 580,14.


[1] Circolare INPS n. 48 del 14.3.2016.

 

Autore immagine: 123f com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti