Bolletta della luce: ad agosto 80 euro in più per il canone Rai
Lo sai che?
16 Mar 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Bolletta della luce: ad agosto 80 euro in più per il canone Rai

Tra 5 mesi il salasso per versare le rate già scadute dell’imposta sulla Tv.

 

Sarà un salasso, tra cinque mesi, per molti italiani non “abituati” a pagare il canone Rai: per loro, e per tutti coloro che, per l’abitazione di residenza, hanno intestato un contratto di energia elettrica, ad agosto si presenterà una bolletta della luce maggiorata di 80 euro: ciò per via degli arretrati del canone Rai, maturati da gennaio e non ancora contabilizzati.

 

Difatti, il nuovo sistema della riscossione del cosiddetto abbonamento Tv (ma che abbonamento non è) prevede il pagamento di 100 euro in 10 rate mensili, che si traduce in un aggravio di 20 euro sulle bollette bimestrali. Poiché, però, la riforma non è ancora entrata a regime, attendendosi il decreto ministeriale di attuazione, la prima fattura elettrica con il balzello sarà quella di agosto, nella quale saranno quindi computati i sette mesi arretrati. Dunque, tra 5 mesi, gli italiani troveranno, nella bolletta della luce, un addebito di 80 euro a titolo di canone Rai già scaduto. Il decreto attuativo prevede, infatti, che, nella prima fattura emessa successivamente al primo luglio 2016 sono addebitate tutte le rate scadute (da gennaio, e dunque le prime sette quote) cumulativamente dall’impresa elettrica che risulta essere certa della titolarità del contratto alla data del 1° luglio 2016.

 

Per il 2016, il canone Rai rimane fermo a 100 euro, anche se il Governo ha già anticipato rincari per finanziare un allargamento della platea delle esenzioni (il limite di reddito per usufruire del bonus dovrebbe arrivare a 8mila euro). Le rate del Canone verranno addebitate sulle bollette aventi scadenza successiva alla scadenza delle rate stesse.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti