HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 21 marzo 2016

Articolo di

Lo sai che? Asdi: i requisiti per l’assegno di disoccupazione

> Lo sai che? Pubblicato il 21 marzo 2016

La circolare n. 47/2016 dell’Inps fornisce chiarimenti per l’assegno di disoccupazione per chi ha fruito della Naspi e sia ancora in stato di disoccupazione.

L’Inps fornisce le istruzioni per la presentazione della domanda di assegno di disoccupazione Asdi. Tale prestazione è destinata a coloro che:

– abbiano fruito della Naspi (nuova assicurazione sociale per l’impiego) per la durata massima spettante;

– siano ancora in stato di disoccupazione al termine del periodo di fruizione della Naspi;

– siano componenti di un nucleo familiare con almeno un minore di 18 anni, o abbiano un’età pari o superiore a 55 anni e non abbiano maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;

– siano in possesso di un’attestazione dell’Isee, in corso di validità, da cui risulti un valore dell’indicatore pari o inferiore a 5.000 euro;

– non abbiano fruito dell’Asdi per più di sei mesi nei 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione della Naspi e per più di 24 mesi nel quinquennio precedente il medesimo termine;

– abbiano sottoscritto, ai Centri per l’impiego competenti, un progetto personalizzato, o patto di servizio, di presa in carico.

Come si presenta la domanda per l’Asdi

La domanda di Asdi è telematica e va presentata alla fine del periodo massimo di fruizione della Naspi, entro i 30 giorni successivi. In via transitoria, per i lavoratori che hanno terminato il periodo massimo di Naspi tra il 1° maggio 2015 e la data di pubblicazione della circolare Inps (3 marzo 2016), il termine di 30 giorni decorre dalla data della circolare in oggetto. La domanda telematica di Asdi può essere presentata attraverso uno dei consueti canali messi a disposizione dall’Istituto:

– sito www.inps.it (se il cittadino è in possesso del Pin dispositivo Inps);

– Contact center multicanale Inps-Inail (chiamando da rete fissa il numero gratuito 803 164, oppure il numero 06.164 164 da telefono cellulare),

– patronato.

note

[1] Inps Circolare n. 47 del 3.03.2016.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK