Quali sono i requisiti per partecipare al Concorso scuola 2016
Bandi-Concorsi
22 Mar 2016
 
L'autore
Rossella Blaiotta
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Quali sono i requisiti per partecipare al Concorso scuola 2016

Il 30 marzo 2016, alle ore 14:00, scade il termine per la presentazione della domanda online di partecipazione al Concorso scuola 2016, da effettuare attraverso il sito internet del Miur, ma quali sono i requisiti richiesti?

 

Il concorso a posti e cattedre relativo al personale docente, introdotto dal Governo Renzi, mira all’assegnazione di un totale di 63.712 posti da collocare nel triennio 2016-2018. Tale concorso si esplica attraverso tre bandi, uno riguardante i docenti della scuola dell’infanzia e primaria, uno riguardante i docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, e infine un altro relativo ai docenti di sostegno.

 

Per partecipare è necessario iscriversi, seguendo esclusivamente la procedura telematica, attraverso la sezione ‘Istanze online’ del sito internet del Ministero della Pubblica Istruzione, MIUR, alla quale è possibile accedere mediante un’apposita registrazione. Tale registrazione consente di ottenere username e password, con relativo codice personale, che permette di entrare in un’area riservata. Ogni candidato può presentare la domanda esclusivamente in una Regione, indicando i dati personali e i titoli in possesso.

 

Requisito imprescindibile alla partecipazione al Concorso scuola 2016, confermato più volte anche dal Ministro Giannini, oltre logicamente al titolo di studio richiesto, è il titolo di abilitazione all’insegnamento, conseguito attraverso il Tirocinio Formativo Attivo, TFA, entro la data di scadenza indicata nel bando.

I docenti sprovvisti di tale requisito vengono automaticamente esclusi dalla partecipazione.

Secondo quanto emerge anche dagli organi di stampa, organizzandosi in forma collettiva attraverso associazioni di categoria, sindacati scuola e comitati, molti docenti non ammessi hanno deciso di opporsi a tale esclusione con la presentazione di un ricorso al Tar, Tribunale Amministrativo Regionale, per impugnare questa forma di sbarramento. Il motivo principale su cui vertono tali ricorsi è la circostanza che, di fatto, attraverso il sistema delle supplenze, i candidati esclusi dal concorso scuola svolgono la professione di insegnante, consentendo agli alunni di completare il proprio percorso di studi anche in mancanza del docente titolare di cattedra, pertanto, anche se privi formalmente del titolo conseguito in seguito al TFA, chiedono di potere concorrere insieme ai loro colleghi per un posto.

 

Il concorso, a seconda dell’area di interesse, ossia scuola dell’infanzia e primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado, sostegno, non prevede una prova preselettiva ma comporta il superamento di una prova scritta computerizzata, di una prova pratica e di una prova orale.

 

 

Esame per la scuola dell’infanzia e primaria

  • Prova scritta computerizzata, della durata di 150 minuti, composta da totali 8 quesiti, 6 a risposta aperta e 2, nella lingua scelta dal candidato in fase di iscrizione, a risposta chiusa. Per la scuola dell’infanzia le lingue a scelta sono l’inglese, il francese, lo spagnolo o il tedesco, per la scuola primaria invece la lingua obbligatoria è l’inglese.
  • Prova orale, della durata di 45 minuti, a cui si ha accesso solamente in caso di superamento della prova scritta, che si svolge con un colloquio con la commissione d’esame ed una simulazione di lezione.

 

 

Esame per la scuola secondaria di I e II grado

  • Prova scritta computerizzata, della durata di 150 minuti, composta da totali 8 quesiti, 6 a risposta aperta e 2, nella lingua scelta dal candidato in fase di iscrizione, a risposta chiusa. I candidati di lingua straniera svolgono la prova scritta interamente nella lingua per la quale concorrono.
  • Prova pratica, attività di laboratorio basata sui programmi ministeriali che si svolge a seconda delle classi di concorso.
  • Prova orale, della durata di 45 minuti, a cui si ha accesso solamente in caso di superamento delle prove precedenti, che si svolge con un colloquio con la commissione d’esame ed una simulazione di lezione.

 

 

Esame per il sostegno

  • Prova scritta computerizzata, della durata di 150 minuti, composta da totali 8 quesiti, 6 a risposta aperta e 2, nella lingua scelta dal candidato in fase di iscrizione, a risposta chiusa.
  • Prova orale, della durata di 45 minuti, a cui si ha accesso solamente in caso di superamento della prova scritta, che si svolge con un colloquio con la commissione d’esame ed una simulazione di lezione.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti