Canone Rai: pagheremo ben più di 100 euro
News
23 Mar 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Canone Rai: pagheremo ben più di 100 euro

I contribuenti dovranno sostenere anche i costi a cui andranno incontro le società elettriche per procedere alla riscossione del Canone Rai.

 

I contribuenti pagheranno due volte il canone Rai: la prima, con l’imposta vera e propria “abbinata” al contratto della luce, la seconda, invece, sottoforma di contributo alle società elettriche per i costi che sosterranno nel riscuotere gli importi e poi versarli allo Stato, costi che ricadranno quindi sulla collettività intera. Ma procediamo con ordine e vediamo cosa è successo nelle ultime ore.

 

Il Governo Renzi si è letteralmente incartato con le proprie mani nell’affare “Canone Rai”. Diventata forse più una questione di principio che di sostanza, la lotta all’evasione all’abbonamento TV ora rischia di creare più danni che vantaggi. Stabilito come avverrà la riscossione del canone Rai (bolletta della luce legata all’abitazione principale), il problema è ora come risarcire le società elettriche dell’attività che dovranno sostenere per il recupero delle somme e per il successivo versamento allo Stato: un’attività che richiede l’impiego di risorse e di personale per coordinare le informazioni provenienti dal fisco e quelle, invece, dai contribuenti.

 

Chi dovrà pagare? Le compagnie elettriche non sono disposte a ridurre i propri guadagni per un compito che non hanno mai chiesto, né lo Stato è intenzionato a metterci di suo, magari prendendo una parte del canone stesso e versandolo alle compagnie della luce.

 

Quindi, a pagare saranno gli stessi contribuenti. Infatti la bozza del decreto di attuazione alle norme della legge di Stabilità dedicate, appunto, al canone Rai prevede che alle imprese elettriche verrà corrisposto un contributo forfettario per coprire i costi della riscossione del canone Rai, pari a 14 milioni per il 2016 e altrettanti per il 2017. Risorse economiche, che verranno coperte dall’Agenzia delle entrate, quindi dai contribuenti italiani [1].

 

Evidentemente era sembrato troppo facile riscuotere l’imposta sulla Tv attraverso le bollette della luce: tanto facile da non chiedere neanche, alle società della luce, se l’operazione era economicamente sostenibile. L’esecutivo è andato come un trattore, senza sentire le ragioni di nessuno. E poi il problema si è piazzato lì in mezzo, in tutta la sua evidenza. Ora ci attendiamo che, con la stessa trionfale pubblicità con cui si è sbandierata la riforma dell’abbonamento TV (“pagare il canone è ora facile come accendere la luce”) corrisponda, da parte del Governo, altrettanta diffusione della notizia di come i soldi dei contribuenti verranno spesi e dati in pasto a società private, per una riforma che nessuno voleva. Salvo ovviamente Renzi.


[1] È quanto denuncia il responsabile delle politiche energetiche della Cgil, Antonio Filippi

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti
23 Mar 2016 marco morandi

chi come me ha chiesto il suggello, pagando un vaglia, e che tra l’altro non ha più ricevuto il bollettino, non può ritenere valida ancora l’opzione che era prevista dal contratto e quindi chiedere alla società incaricata alla riscossione di esentarsi dall’operazione?

 
24 Mar 2016 Maurizio Sorci

Dilettanti allo sbaraglio!

 
24 Mar 2016 Michele Ceriani

Buongiorno, sono un vostro affezionato lettore e, mi creda, tutt’altro che simpatizzante per il governo Renzi. Tuttavia, ed è possibile che sia solo un opinione personale, non amo che ad alcuni articoli ultimamente diate un taglio anche politico. Leggo altri siti per farmi il sangue amaro ogni giorno, da voi vengo per sapere e capire le norme e le leggi. Basterebbe parlare di governo senza farne il nome e non calcare la mano sul modo grossolano con cui fanno le cose, tanto sappiamo tutti qual è il governo in carica. Questo è il mio punto di vista, anche perchè avevo piacere a segnalare il vostro sito, differentemente da altri che farebbero capire agli interlocutori come la penso. Nulla toglie al fatto che continuerò a leggervi in ogni caso e non mi interessa che il commento sia pubblicato. Grazie e buona continuazione. MC

 
24 Mar 2016 Francesco Botte

Bene il tutto quindi ci costerà in pratica 14 milioni di euro all’anno in più rispetto a quanto previsto dal governo.. Considerato che sono 10,9 milioni le famiglie che pagano il canone allora ci costerà 1,28 euro in più.. A leggere l’articolo invece mi era venuta la pelle d’oca.. Siamo seri

 
24 Mar 2016 Dippia

Considerato il numero dei canoni il costo di riscossione sarà inferiore all’euro contro 1,5 euro che avremmo dovuto pagare col bollettino postale.

 
24 Mar 2016 Sergio Manzonato

Ma sono in dubbio, se, come leggo …..”Risorse economiche, che verranno coperte dall’Agenzia delle entrate” – Cosa c’entra quanto
affermato dal Sig. Antonio Filippi CGIL ? Perché dovrebbero essere
soldi nostri,dovrebbero essere eventualmente soldi che l’Agenzia
ha già incassato per il canone no?

 
24 Mar 2016 Giovanni Rossi

Come diceva sempre mio padre …lo Stato non fa mai nulla per i poveri contribuenti , il loro unico scopo è quello di ridurci alla miseria totale , lo Stato quando ci fa credere di fare qualcosa di buono per noi , state tranquilli che ha già il modo su come farci pagare quello e altro !!! Renzi è il peggiore dei politici che abbiamo avuto in tutta la storia italiana, io dico questi italiani quando si sveglieranno e inizieranno a mettersi contro lo Stato ???!!! Uniti possiamo mandarli a casa per sempre e creare una nuova linea politica con gente nuova e onesta !!!

 
24 Mar 2016 Giovanni Rossi

Costringere i contribuenti a pagare il canone Rai dove ti fanno vedere pubblicità ogni due minuti per me è estorsione !!!! Preferisco pagare Sky e vedere quello che mi pare senza interruzioni continue di pubblicità !!! Inoltre mettere una tassa dello Stato in una bolletta di un ente privato è una truffa bella è buona !!!

 
24 Mar 2016 Corradina D'Uva

ribelliamoci tutti insieme e facciamo in modo di tornare ai vecchi bollettini senno’ tutti tutti eliminiamo il televisore. non e’ possibile essere trattati in questo modo , non piu’ cittadini ma sudditi . mi sembra che ormai non siamo piu’ in democrazia ………..

 
31 Mar 2016 CARMINE BIANCHIMANI

ASSURDO VERA E PROPRIA ESTORSIONE SOLO UN GOVERNO INCAPACE PUO TORTURARE IL SUO POPOLO .
QUANTI USANO LA CORRENTE PER MOTIVI DI LAVORO QUANTI ANNO L ENERGIA IN CAMPAGNA PER LAVORO QUANTI ANZIANI USANO L ENERGIA CON LA PENSIONE DA FAME QUANTI E STRA COMUNITARI BENIFICIONO DEL SERVIZIO SENZA PAGARE QUANTI QUANTI OSPEDALI CASERME UFFICI TRIBUNALI COMUNI ASILI SCUOLE GOVERNO STESSO -QUANTI ENTI SONO ESENTI QUANTI ALBERGHI RISTORANTI DEVONO TASSARE I CLIENTI
PAGA SOLO IL PENSIONATO E L OPERAIO UNA TRUFFA BUCO NEL AQUA SOLO DANNI ALLA NAZIONE LA RAI A DIMOSTRATO AGLI ITALIANI SOLO UN SERVIZIO DA LADRI TRUFFALDINI RICORDIAMO CHE DIETRO LA RAI CI SONO I CROSSI GUADAGNI DEI POLITICI CON LE LORO VITALIZI PENSIONI LA CASTA NON SA PIU COME TASSARE IL POPOLO——————RICORDIAMO CHE UN LADRO VA PAGATO CON UN ALTRO LADRO—–