Daniela Rotunno
Daniela Rotunno
25 Mar 2016
 
Le Rubriche di LLpT


Le Rubriche di LLpT
 

Bollette luce: i contatori intelligenti 2g

Nel 2017 gli attuali contatori Enel saranno sostituiti dai misuratori intelligenti di seconda generazione.

 

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico (Aeegsi) con una recente delibera [1] ha definito le funzionalità dei nuovi misuratori intelligenti 2G (sistema smart metering) di seconda generazione, che dovranno sostituire i contatori elettrici preesistenti. La sostituzione, che dovrà essere effettuata dall’Enel nel 2017, è necessaria in quanto gli attuali contatori, per i quali è prevista una vita tecnico-economica di 15 anni, sono ormai in funzione dal 2001.

La delibera dell’Autorità attua le disposizioni del decreto legislativo di recepimento della direttiva europea sull’efficienza energetica [2].

 

 

Quali sono le caratteristiche dello smart metering?

Il sistema smart metering è stato definito dalla direttiva europea sull’efficienza energetica come “un sistema elettronico in grado di misurare il consumo di energia, fornendo maggiori informazioni rispetto ad un dispositivo convenzionale e di trasmettere e ricevere dati utilizzando una forma di comunicazione elettronica”.

Il contatore intelligente di seconda generazione (2G) presenta caratteristiche tecnologicamente più avanzate dei misuratori di prima generazione (1G); esso consente di regolare i consumi di energia; il consumatore può utilizzare tali informazioni per usare gli elettrodomestici in maniera più efficiente. Oltre a questo, grazie ai contatori intelligenti è possibile verificare se ci sono dispersioni di energia di un impianto. In caso di guasti il gestore può intervenire senza la necessità di recarsi sul posto.

 

 

Quali saranno i vantaggi per i consumatori?

In primo luogo i contatori 2G dovrebbero consentire una fatturazione basata sui consumi reali: di conseguenza si potrà dire addio alle fatture di pagamento basate su misure stimate ed ai conguagli; inoltre le operazioni di voltura o il passaggio ad altro operatore nel contratto di fornitura dovrebbero risultare più rapide ed efficienti; saranno introdotte nuove forme di pagamento anticipato della fornitura che consentiranno al cliente di accedere a tariffe con fasce orarie flessibili gestite dal venditore. Vi sarà la possibilità per il consumatore di monitorare il consumo dell’energia e la rilevazione continua della potenza ogni quindici minuti. Questi dati visualizzati dal display del contatore consentiranno di controllare quotidianamente il consumo di energia; è inoltre prevista l’opportunità per il cliente di installare in casa un dispositivo che segnali i consumi.

 

I nuovi contatori intelligenti saranno connessi direttamente con i distributori e telelettura e telegestione saranno eseguite attraverso la rete elettrica PLC (Power Line Carrier) o in radiofrequenza. Per il momento, l’Aeegsi ha rimandato l’utilizzazione della connessione internet, wireless o con fibra ottica, ritenendo che ciò non sia attuabile immediatamente poiché tali tecnologie non sono diffuse su tutto il territorio nazionale. A tale proposito segnaliamo che Enel ha annunciato un nuovo progetto per la banda larga su fibra ottica. La nuova infrastruttura dovrebbe essere realizzata in occasione della sostituzione dei vecchi contatori, utilizzando le canaline già presenti nelle abitazioni per il passaggio della rete elettrica, senza la necessità di ulteriori scavi.

 

 

Quanto ci costeranno i nuovi contatori?

Le associazioni dei consumatori hanno già denunciato che la sostituzione comporterà un rincaro delle bollette della luce stimato attorno ai 110 euro a famiglia per il prossimo anno. L’Autorità per l’energia elettrica ha risposto che i costi saranno suddivisi gradualmente sulle bollette future com’è già accaduto per i precedenti contatori.


[1] Autorità per l’energia elettrica, gas e servizio idrico, Delibera n. 87/2016.

[2] D.Lgs. n. 102/2014 di recepimento della Direttiva 2012/27/UE.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
27 Mar 2016 Alessandro d'andrea

Io vivo in affitto , chi paga l’installazione?
La bolletta è intestata a noi non al proprietario, quando vado via mi portò con me il contatore?