Cu 2016 pensionati e disoccupati, come ottenerlo
Le Guide
29 Mar 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Cu 2016 pensionati e disoccupati, come ottenerlo

Certificazione Unica 2016 per chi percepisce prestazioni dall’Inps: tutte le modalità per ottenerlo.

 

Già dall’anno scorso, i vecchi modelli Cud sono stati sostituiti dalla Cu, la Certificazione unica: si tratta di un modello che contiene i redditi percepiti nell’anno precedente e le ritenute subite da lavoratori, pensionati e disoccupati, indispensabile per compilare la dichiarazione dei redditi. La Cu 2016, ad esempio, contiene i redditi e le ritenute del 2015.

Chi percepisce una pensione o una prestazione a sostegno del reddito, come la disoccupazione, riceve la relativa Cu direttamente dall’Inps: questa però non viene più recapitata a casa, come avveniva tempo fa, ma è reperibile soltanto telematicamente (salvo alcune eccezioni). Vediamo in quali modi può essere “prelevata” la Certificazione unica 2016, secondo quanto previsto dall’Inps [1].

 

 

Cu 2016: sito web dell’Inps

La modalità più semplice per ottenere la Cu 2016 (contenente i redditi 2015) è senza dubbio utilizzare i servizi web dell’Inps per il cittadino, all’interno del sito www.inps.it. Per accedere ai servizi è però necessario premunirsi del codice pin o di un’identità digitale almeno di livello 2:

 

– l’identità digitale unica, o Spid (che serve non solo per accedere ai servizi Inps, ma anche dell’Agenzia delle Entrate, dell’Inail e delle principali amministrazioni), è rilasciata, previa procedura di riconoscimento, da Telecom, Poste Italiane o Infocert (i tre provider Spid);

 

– il codice Pin può essere richiesto direttamente dal sito dell’Inps (in questo caso metà del codice è rilasciato immediatamente, e l’altra metà è spedita per posta), oppure recandosi presso una sede dell’Istituto (in questo caso è rilasciato al momento per intero).

 

Una volta ottenute le credenziali, si deve accedere al sito, recarsi sulla pagina Servizi web per il cittadino, e successivamente alla sezione Cu 2016. Qui può essere scaricato e stampato il modello per la dichiarazione dei redditi.

 

 

Cu 2016, sedi locali dell’Istituto: sportello e self-service

Presso tutte le sedi locali dell’Inps è disponibile almeno uno sportello dedicato al rilascio cartaceo della Certificazione Unica 2016. Per evitare la fila, è possibile anche avvalersi, dove presenti, delle postazioni informatiche self service, accessibili tramite Pin o tessera sanitaria: nelle postazioni è possibile stampare le Cu anche avvalendosi dell’aiuto del personale.

 

 

Cu 2016: ricezione tramite pec

Per chi possiede un indirizzo di posta elettronica certificata, è possibile richiedere la Cu tramite pec scrivendo a richiestaCertificazioneUnica@postacert.inps.gov.it. All’istanza deve essere allegata  una copia del documento di identità del richiedente. La Cu è poi recapitata alla pec del richiedente.

 

 

Cu 2016: ricezione tramite Patronati, Centri di assistenza fiscale, professionisti abilitati all’assistenza fiscale

Se non in possesso di Pin, il cittadino può anche avvalersi di:

 

-un ente di Patronato;

– un CAF;

– un professionista compreso tra quelli abilitati all’assistenza fiscale o alla presentazione delle dichiarazioni reddituali in via telematica.

 

Questi intermediari possono acquisire la Cu dietro una specifica delega o un mandato di assistenza, che devono essere accompagnati da un documento d’identità e da uno tra i seguenti elementi:

 

– posizione previdenziale (numero pensione o prestazione temporanea percepita);

– numero progressivo della delega/mandato, determinato sulla base di apposito registro di protocollo interno da tenere a cura dell’intermediario;

– inserimento di un file contenente la scansione della delega/mandato all’intermediario e del documento di identità del soggetto, per il quale si intende visualizzare il modello di Certificazione Unica.

 

 

Cu 2016: ricezione tramite Comuni ed altre Pubbliche Amministrazioni abilitate

Il cittadino può ottenere la Certificazione Unica 2016 anche presso i Comuni e le altre pubbliche amministrazioni che hanno sottoscritto un protocollo con l’Inps per attivare un punto cliente di servizio. Le modalità di richiesta e la documentazione necessaria sono le stesse previste per patronati e altri intermediari abilitati.

 

 

Cu 2016: ricezione tramite Sportello Mobile per utenti ultra ottantacinquenni

Per particolari categorie di utenti bisognosi di tutela, come gli over 85 titolari di indennità di accompagnamento, indennità speciale o di comunicazione, esiste un ulteriore servizio, denominato “Sportello Mobile”, tramite il quale è possibile ottenere anche la Cu.

Tali utenti ricevono una comunicazione apposita e, contattando il numero telefonico contenuto nella comunicazione, possono richiedere l’invio della Cu al proprio domicilio.

 

 

Cu 2016: pensionati residenti all’estero

I pensionati residenti all’estero possono richiedere la certificazione Cu, fornendo i propri dati anagrafici e il numero di codice fiscale, ai seguenti numeri telefonici dedicati:

 

– 0039-06.59058000;

– 0039-06.59053132.

 

È possibile chiamare dalle 8 alle 19.

 

 

Cu 2016 al domicilio del titolare

Telefonando al contact center multicanale, al numero 803.164 ( o al numero  06 164164 per chi chiama da cellulare), gli utenti con particolari difficoltà possono richiedere l’invio della Cu 2016 al proprio domicilio.

 

 

Cu 2016 a chi non è titolare

La Cu 2016 può essere anche rilasciata:

 

– a una persona delegata dal titolare, dietro presentazione di un’apposita delega, accompagnata da copia del documento di riconoscimento dell’interessato e del delegato. Il delegato può presentarsi agli sportelli con massimo due deleghe;

 

– all’erede del titolare, dietro presentazione di una  dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà [2], con la quale attesta la propria qualità di erede, unitamente alla fotocopia del proprio documento di riconoscimento.

 

 

Cu precaricata

Non bisogna comunque dimenticare che i dati della Cu 2016 si troveranno già caricati nel modello 730 precompilato, per chi decide di avvalersi di tale modalità di dichiarazione.

Il 730 precompilato è accessibile dal sito dell’Inps e da quello dell’Agenzia delle Entrate.


[1] Inps Circ. n. 55/2016.

[2] Art. 47 DPR 445/2000.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti