HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 9 aprile 2016

Articolo di

Lo sai che? Centro per l’impiego: come iscriversi e perché?

> Lo sai che? Pubblicato il 9 aprile 2016

Come va presentata la domanda, quali sono i requisiti ed i benefici dell’iscrizione.

La ricerca del lavoro rappresenta un problema quotidiano per molti di noi, soprattutto in questo momento di crisi economica. A tal fine è importante conoscere gli strumenti che lo stato ci mette a disposizione per una ricerca mirata del lavoro. Il primo passo da fare è iscriversi presso il centro per l’impiego.

Che cos’è il Centro per l’impiego?

Il centro per l’impiego è un ufficio pubblico delle province che si occupa dell’incontro tra domanda ed offerta di lavoro a livello locale, promuove iniziative di orientamento al lavoro con l’organizzazione di corsi formazione, attesta lo stato di disoccupazione. Il centro offre un servizio gratuito sia per i soggetti in cerca di occupazione, sia per le aziende che devono assumere personale. L’iscrizione non è obbligatoria, ma è utile per accedere ad alcuni benefici che vedremo in seguito. I centri per l’impiego, dal 1997, hanno sostituito i vecchi uffici di collocamento assorbendo le relative funzioni; a partire dal 2002 anche il libretto di lavoro, che riportava solo la storia lavorativa dell’iscritto, è stato sostituito da una scheda professionale che contiene informazioni anche su formazione professionale oltre che sulle esperienze lavorative svolte.

Quali sono i requisiti per l’iscrizione?

Possono iscriversi le persone di età compresa tra i 16 e i 65 anni d’età, che sono cittadini inoccupati o disoccupati domiciliati o residenti in una provincia italiana. I cittadini stranieri possono iscriversi solo se muniti di permesso di soggiorno.

Come si presenta la domanda di iscrizione?

La domanda può essere presentata presso ogni sportello del Centro per l’impiego presente sul territorio nazionale. Il personale vi guiderà nella compilazione della domanda. Bisognerà indicare dati anagrafici e professionali, i titoli di studio, le esperienze lavorative maturate, la disponibilità ad effettuare turni o trasferte. Dopo la presentazione della domanda ve ne sarà rilasciata una copia.

Quali documenti servono per l’iscrizione?

Per iscriversi bisogna portare con sé un documento di riconoscimento in corso di validità, il codice fiscale e l’autocertificazione dei titoli di studio o professionali conseguiti. Presentare un curriculum aggiornato è molto importante.

Quali sono i vantaggi dell’iscrizione presso il Centro per l’impiego?

L’iscrizione come disoccupato o inoccupato presso il data base del Centro per l’impiego comporta l’obbligo di sottoscrivere la DID, dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro. Dopo la sottoscrizione della DID, il Centro vi rilascerà il certificato attestante lo stato di disoccupazione; tale certificato è un documento amministrativo che vi consentirà di richiedere l’esenzione dal ticket sanitario, l’indennità di disoccupazione (Naspi) se ricorrono i presupposti di legge, si può essere assunti da imprese che godono delle agevolazioni per l’assunzione di disoccupati e giovani inoccupati, si può partecipare a bandi della Pubblica Amministrazione che richiedono il requisito dell’anzianità di iscrizione al centro per l’impiego.

Cosa comporta la sottoscrizione della DID?

La dichiarazione di immediata disponibilità può essere rilasciata non solo da disoccupati ma anche da soggetti che stiano svolgendo tirocini, attività socialmente utili o lavoro occasionale di tipo accessorio. Il rilascio di tale dichiarazione comporta l’obbligo di partecipare alle misure di politica attiva promosse dal centro per l’impiego, che consistono in corsi di formazione professionali, tirocini e colloqui di orientamento al lavoro. A tal fine viene stilato tra iscritto e Centro un Patto di servizio, che non è altro che un colloquio nel quale vengono stabilite le azioni per la ricerca del lavoro. Dopo sei mesi dal rilascio della DID, lo stato di disoccupazione viene confermato mediante conferma periodica della DID. Tuttavia il disoccupato per mantenere tale stato è tenuto a partecipare agli incontri formativi ed ai tirocini previsti nel patto di servizio.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK