Fermarsi oltre lo stop a semaforo rosso comporta la sanzione?
Lo sai che?
15 Apr 2016
 
L'autore
Temistocle Marasco
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Fermarsi oltre lo stop a semaforo rosso comporta la sanzione?

È prevista la multa per chi ferma la propria automobile oltre la linea di stop: è una questione di centimetri.

 

Il Codice della strada sanziona il conducente che “passa” col rosso [1], ma anche colui che al semaforo, col segnale rosso, si ferma oltre la linea di stop presente sull’asfalto.

Durante il periodo di accensione delle luci rosse, infatti, i veicoli non devono superare la striscia di arresto; in mancanza di tale striscia o qualora la stessa non sia chiaramente visibile per via del tempo o delle piogge, i veicoli non devono impegnare l’incrocio, né l’attraversamento pedonale, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni [2].

 

Il divieto di oltrepassare la linea stabilita per l’arresto vige anche durante il periodo di accensione della luce gialla del semaforo, che deve servire proprio per rallentare e arrestare la marcia dei veicoli.

 

Chiunque non osservi i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale è soggetto alla sanzione amministrativa da 41 a 169 euro, aumentata di un terzo (da euro 54,67 a euro 225,33) se le infrazioni sono commesse tra le 22:00 e le 07:00 di mattina [3].

 

La linea di stop rientra nella segnaletica orizzontale e va a integrare la segnaletica verticale per indicare il punto di arresto. I semafori muniti di photored possono scattare delle foto e pertanto documentare questo tipo di violazione. Le fotografie sono verificabili presso il comando dell’organo accertatore. L’infrazione può essere commessa per i motivi più disparati: c’è il conducente che “arriva lungo” e non riesce ad arrestare la propria marcia prima della linea; c’è chi lo fa per abitudine, non tenendo per nulla in considerazione la presenza di una linea da non oltrepassare; c’è chi, nonostante il semaforo ancora rosso, lentamente fa avanzare il proprio veicolo, e che riparte non quando il semaforo diventa verde, ma quando diventa rosso quello dei pedoni.

 

Sostare oltre la linea di arresto, a semaforo rosso, determina una serie di conseguenze:

 

–  può intralciare il passaggio dei pedoni sulle strisce di attraversamento;

–  può determinare problematiche di attraversamento dell’incrocio da parte di chi lo percorre nelle altre direzioni;

–  fa si che il conducente, trovandosi davanti e non più dietro al semaforo, faccia fatica a vederne l’evoluzione e a capire quando deve partire.


[1] Art. 146 C.d.S., c. 3: “Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell’agente del traffico vietino la marcia stessa, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 163 a euro 661”. Le sanzioni sono aumentate di un terzo se le infrazioni sono commesse nel periodo compreso tra le 22:00 e le 07:00 di mattina. Se il conducente, nell’arco di 2 anni, incorre almeno 2 volte nella stessa violazione, alle precedente sanzione si aggiunge la sospensione della patente da 1 a 3 mesi, ex art. 146 c. 3 bis C.d.S.

[2] Art. 41, c. 11 C.d.S.

[3] Art. 146, c. 2 C.d.S.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti