Facebook cambia algoritmo. E oscura tutti
Miscellanea
17 Apr 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Facebook cambia algoritmo. E oscura tutti

Il blackout sulle pagine: ma Facebook inserisce una nuova funzione per consentire agli utenti di non perdere un post della propria pagina preferita.

 

Sono ormai diversi mesi che, tra coloro che hanno investito sulla propria pagina Facebook, filtra un certo malcontento. Disappunti che sono esplosi a partire dal 1° aprile: un calo generalizzato e visibilissimo ha caratterizzato tutti i post delle fanpage, determinando una riduzione delle visualizzazioni provenienti dal cosiddetto “traffico dai social network”. La ragione? Intuibilissima: la piattaforma di Zuckerberg starebbe tentando di aumentare i propri ricavi dalle inserzioni a pagamento, mettendo invece in secondo piano tutto il resto.

A farne le spese non è solo la visibilità (cosiddetta organica) delle comuni pagine Facebook e dei relativi post, ma anche di tutte quelle che, sino ad oggi, hanno investito migliaia di euro in campagne “like” (quelle, cioè, per aumentare il numero di fan).

 

Facebook, in passato, ha più volte modificato il proprio algoritmo. Ma l’impressione è che l’ultima modifica sia stata radicale. Tutti coloro che hanno chiamato il servizio clienti hanno avuto la stessa risposta: «È aumentata la competitività e, quindi, è più difficile essere visibili». L’impressione, però, è che la questione sia molto più grave: dopo aver riversato tutto il mondo sulla propria piattaforma – privati e aziende – ora la timeline di Facebook è “esplosa”, non riesce cioè a contenere tutti i post dei milioni di soggetti presenti. Insomma, una sorta di blackout. Risultato: l’unica soluzione è limitare la percentuale di utenti che possono leggere i contenuti linkati sul social e, di conseguenza, ridurre la visibilità delle singole pagine.

 

Non è una tesi tanto fantascientifica, anche perché indirettamente confermata da Facebook stesso, quando tre anni fa ammise che bisognava spingere gli inserzionisti a pagare per la propria visibilità. Come dire che la pubblicità non poteva più essere concessa gratuitamente, tanto più per il fatto che, a usufruirne, non erano gli utenti privati, ma le società commerciali.

 

Per mantenere, però, sempre fermo l’obiettivo primario del social network, che è quello di soddisfare l’utente medio, Facebook ha creato una nuova funzione, presente ora su tutte le pagine, che consente ai fan di confermare la volontà di visualizzare i post della pagina stessa, dando loro la priorità sul resto. Effettuare questa operazione è estremamente facile. In corrispondenza del menu a tendina che compare sotto il tasto “mi piace” (per chi vi ha già cliccato, la dicitura riportata è “ti piace”) e cliccando su di esso, alla voce “Notifiche” c’è la sottovoce “si tutte”. Cliccando su di essa, l’utente potrà rimanere sempre in contatto con la propria fanpage, nonostante i mutamenti di algoritmo di Facebook, senza perdere alcun post.

 

Inoltre, sempre sullo stesso menu a tendina è possibile andare sulla voce “Nella tua sezione notizie” (v. foto qui sotto) e ciliare su Mostra per primi: in tal modo i post della tua fanpage preferita non sfuggiranno mai dalla timeline che ogni mattina vedi quando scrolli sulla “home” di Facebook. È una funzione che ti consigliamo di attivare, però, solo per le pagine più importanti, quelle di cui non puoi fare a meno.

 

Lo stesso consiglio diamo anche ai nostri lettori: il suggerimento che abbiamo appena fornito è (insieme all’iscrizione alla nostra newsletter) il solo modo per restare aggiornati con le novità giuridiche postate da “La Legge Per Tutti” (LLpT), l’unico portale in Italia che traduce il lessico dei giuristi in linguaggio comune, comprensibile a tutti i cittadini.

 

facebook

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti