Multa a semaforo rosso: la foto viene scattata se passo col giallo?
Lo sai che?
18 Apr 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Multa a semaforo rosso: la foto viene scattata se passo col giallo?

T-Red e altri photored: la multa per il passaggio a semaforo rosso può essere evitata con alcune semplici accortezze.

 

Si chiamano “Fotosemafori”, o anche photored, e sono telecamere montate in prossimità di semafori, pronte a scattare la fotografia non appena l’automobile supera l’incrocio nonostante la luce rossa. Il più famoso di questi è il T-Red che, a differenza degli altri, non si limita a scattare due foto, ma filma l’intera sequenza del passaggio. In merito a tali apparecchi si sono diffuse diverse leggende metropolitane, dettate più che altro dalla paura che il rilevatore possa immortalare anche chi passi con il giallo, specie quando il tempo di accensione di tale luce è particolarmente ridotto. Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza.

 

 

Che succede se supero la linea di stop?

All’automobile le cui ruote anteriori superino la linea dello stop al semaforo, il photored non scatta la fotografia.

 

 

Quanto dura il semaforo giallo?

Secondo le più recenti linee ministeriali, la luce gialla non può durare meno di 4 secondi nelle zone urbane e, invece, 5 secondo in quelle fuori dal centro urbano. Una tesi, questa, assunta dal Ministero dei Trasporti, ma sconfessata dalla giurisprudenza. Infatti, secondo la Cassazione, il codice della strada nulla dispone a riguardo e, pertanto, chi passa col rosso può essere fotografato  ed è tenuto a pagare la multa, anche se il giallo dura meno di quattro secondi

 

In base al codice della strada, nel momento in cui il semaforo diventa giallo il conducente ha l’obbligo di fermarsi e di non oltrepassare l’incrocio. Tuttavia il photored non si mette in azione se l’auto è riuscita a superare l’incrocio quando ancora la luce è gialla. La fotografia, al contrario, viene scattata solo nel momento in cui la luce diventa rossa. Con la conseguenza che sarà facile essere multati se si passa quando già il giallo sta per scadere. Insomma, non bisogna sfruttare il giallo fino all’ultimo millisecondo.

 

Il fotosemaforo, infatti, altro non è altro che una telecamera che ritrae i veicoli che passano col rosso inquadrando anche il semaforo, per cui è evidente che – salvo fotomontaggi estremamente improbabili – le infrazioni punite dal T-Red sono davvero state commesse.

 

D’altra parte, a partire dal 18 marzo 2004 il ministero omologa solo apparecchi in grado di funzionare senza essere presidiati da agenti, e quindi impone caratteristiche di affidabilità e precisione molto stringenti (infatti in quell’occasione revocò qualche vecchia omologazione).

 

 

Come difendersi?

Che succede se si supera lo stop (ossia la linea orizzontale segnata in bianco sulla strada in prossimità del semaforo) quando è già scattato il rosso? Per evitare la multa basta semplicemente fermarsi subito. Infatti, tutti gli apparecchi devono scattare di ogni infrazione almeno due foto: la prima che ritrae il veicolo mentre è a cavallo della striscia quando il rosso del semaforo è acceso, la seconda in cui si vede il trasgressore al centro dell’incrocio.

 

Quindi, basta non arrivare al centro dell’incrocio e i vigili archivieranno tutto, senza nemmeno mandare il verbale al presunto trasgressore.


Autore immagine: pixabay.com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti