La collazione
Professionisti
30 Apr 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

La collazione

Caratteristiche e funzione della collazione.

 

 

Nozione e funzione

La collazione è l’atto con il quale i figli o i discendenti legittimi, legittimati, adottivi e naturali, ed il coniuge del de cuius, che concorrono alla successione, devono conferire alla massa attiva del patrimonio ereditario tutti i beni che sono stati loro donati in vita dal defunto, in modo da dividerli con gli altri coeredi in proporzione delle rispettive quote.

La collazione, dunque, svolge la funzione di mantenere tra alcuni coeredi del de cuius quella proporzionalità di quote che è stabilita nel testamento o nella legge.

La collazione opera a favore solo degli stessi soggetti che vi sono tenuti, non a favore di eredi estranei.

Essa può essere effettuata mediante il materiale conferimento alla massa ereditaria del bene avuto in donazione, oppure addebitando alla propria quota il valore del bene ricevuto in donazione.

 

 

Oggetto

Oggetto della collazione sono le donazioni dirette ed indirette. Non sono soggette a collazione, tuttavia:

 

– le spese di mantenimento, educazione, malattia;

– le spese ordinarie per abbigliamento, nozze, istruzione artistica o professionale;

– le liberalità fatte in occasione di servizi resi o in conformità agli usi;

– le cose donate, perite per causa non imputabile al donatario;

– le donazioni di modico valore fatte al coniuge (art. 738 c.c.).

 

agente-immobiliare


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti