Successioni per causa di morte e donazioni: il quiz e le risposte
Professionisti
30 Apr 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Successioni per causa di morte e donazioni: il quiz e le risposte

Vediamo quanto ne sai in materia di successioni e donazioni.

 

 

Ecco un veloce test per verificare la tua preparazione in materia di testamento, successione e donazioni. Le risposte alle domande del quiz sono pubblicate alla fine di questa pagina.

 

1)    Quale può essere l’oggetto della donazione?

A)    I beni immobili

B)    I beni mobili

C)    Qualunque bene del donante

 

 

2)  La donazione consente la rappresentanza?

A)    Sì

B)    No, è ammessa solo la procura speciale che rechi l’indicazione del donatario e dell’oggetto della donazione

C)    No

 

 

3)  Per donare oggetti di modico valore:

A)    È sufficiente l’atto pubblico

B)    È necessario l’atto pubblico, con la presenza di due testimoni

C)    Non è necessario l’atto pubblico, ma l’effettiva consegna della cosa

 

 

4)  La donazione:

A)    È un contratto reale

B)    È un atto di liberalità unilaterale

C)    È un contratto a titolo gratuito

 

 

5)  Per la donazione di beni immobili occorre:

A)    La scrittura privata autenticata e la presenza di testimoni

B)    L’atto pubblico o la scrittura privata

C)    L’atto pubblico

 

 

6)  Si può fare la donazione di beni futuri?

A)    Sì

B)    No, sarebbe nulla

C)    Solo se i beni vengono ad esistenza entro 1 anno

 

 

7)  Il donante può revocare la donazione:

A)    Per sopravvenienza di figli del donatario

B)    Per incapacità successiva del donatario

C)    Per ingratitudine del donatario o per sopravvenienza di figli

 

 

8)  Le persone giuridiche hanno capacità di donare?

A)    Solo se la persona giuridica ha un rappresentante legale di almeno 50 anni

B)    No

C)    Sì, se ciò è previsto nello statuto o nell’atto costitutivo

 

 

9)  Si ha successione a titolo universale quando:

A)   Un soggetto succede indistintamente nell’universalità o in un quota di beni da solo o con il concorso di altre persone

B)   Solo se un soggetto (legatario) succede nell’universalità dei beni del de cuius

C)   Almeno due o più eredi succedono indistintamente nell’universalità o in un quota di beni appartenuti in precedenza al de cuius

 

 

10)  Il legato è una disposizione a causa di morte:

A)    Frazionata

B)    A titolo universale

C)    A titolo particolare

 

 

11)  È prevista l’accettazione del chiamato all’eredità?

A)    Sì, e può essere sia espressa che tacita

B)    No, è prevista solo la rinuncia

C)    No, è sottintesa

 

 

12)  Se l’accettazione avviene con beneficio d’inventario:

A)    L’erede non risponderà delle obbligazioni trasmessigli, ma gestirà al meglio solo le attività del patrimonio ereditato

B)    L’erede risponderà delle obbligazioni trasmessigli solo nei limiti del valore di euro 10.000.000

C)    L’erede risponderà delle obbligazioni trasmessigli solo nei limiti di valore del patrimonio ereditato

 

 

13)  Quando non vi sono successibili a chi va l’eredità di un de cuius?

A)    Alle ONLUS

B)    Alle associazioni umanitarie

C)    Allo Stato

 

 

14)  Il testamento olografo:

A)    È quello ricevuto dall’ufficiale giudiziario

B)    È quello sottoscritto, datato e redatto dal testatore

C)    È quello ricevuto dal notaio

 

 

15)  Il testamento segreto:

A)    È quello che viene conservato presso la cancelleria del tribunale civile

B)    È quello ricevuto dai familiari del testatore e conservato da questi

C)    È quello che prevede la consegna del testamento al notaio, che lo renderà pubblico solo alla morte del testatore

 

 

16)  Il testamento redatto da notaio alla presenza di testimoni e sottoscritto dal testatore è un atto:

A)    Irrevocabile

B)    Revocabile

C)    Revocabile solo per giusta causa o giustificato motivo

 

 

17)  La quota di legittima o riserva, in una successione ereditaria, compete:

A)    Agli eredi legittimi

B)    Agli eredi legittimari

C)    Agli eredi testamentari

 

 

18)  L’azione di riduzione è proposta:

A)    Dai legittimari se intendono rinunciare all’eredità

B)    Dai legatari quando non accettano il legato

C)    Dai legittimari per integrare la quota di legittima che il testatore non ha rispettato nelle sue disposizioni

 

 

19)  L’azione di restituzione:

A)    È la conseguenza reale dell’azione di riduzione

B)    Si ha con la rinuncia al legato

C)    Si ha con la rinuncia di un erede legittimo alla sua quota

 

 

20) La collazione si ha quando:

A)    Gli eredi legittimi conferiscono alla massa attiva del patrimonio ereditato tutti i beni eventualmente ricevuti in donazione dal de cuius quando era ancora in vita, per dividerli con gli altri eredi in base alle loro rispettive quote

B)    I legatari sono costretti a restituire quanto ricevuto dal de cuius

C)    Terze persone restituiscono quanto ricevuto dal de cuius quando era ancora in vita

 

 

Risposte esatte

1) C

2) B

3) C

4) C

5) C

6) B

7) C

8) C

9) A

10) C

11) A

12) C

13) C

14) B

15) C

16) B

17) B

18) C

19) A

20) A

 

agente-immobiliare

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti