La successione a titolo particolare: il legato
Professionisti
30 Apr 2016
 
L'autore
Edizioni Simone
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

La successione a titolo particolare: il legato

Eredità: cos’è il legato e come funziona; sublegato e prelegato.

 

Il legato è una disposizione mortis causa a titolo particolare, in base alla quale un soggetto, legatario, succede in uno o più rapporti determinati, che non vengono considerati come quota dell’intero patrimonio.

 

Si ricordi, inoltre, che si ha sublegato quando il soggetto che è tenuto alla prestazione oggetto del legato è, anziché l’erede, un altro legatario.

 

È, invece, prelegato il legato del quale beneficiario sia uno dei coeredi. Costui, pertanto, cumula (a carico di tutta l’eredità) le due qualità di coerede e di legatario. L’art. 661 c.c. dispone che il prelegato è considerato legato per l’intero ammontare, che grava su tutta l’eredità, e cioè anche sulla quota dello stesso legatario quale erede.

 

L’acquisto del legato ha luogo di diritto, senza che occorra accettazione (art. 649 c.c.): pertanto, a differenza che nell’acquisto dell’eredità, delazione ed acquisto del diritto coincidono logicamente e cronologicamente.

 

La rinunzia al legato è un atto abdicativo: infatti, opera rispetto ad un diritto già acquistato e porta, quindi, non ad un mancato acquisto, ma alla perdita di un acquisto già fatto.

La rinunzia al legato non tollera l’apposizione né di termini né di condizioni (art. 520 c.c.).

 

agente-immobiliare

 

 

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti