Ho perso la tessera elettorale: che fare?
Lo sai che?
12 Mag 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Ho perso la tessera elettorale: che fare?

Smarrimento della tessera elettorale o trasferimento di residenza: come fare per chiedere il duplicato e tornare a votare?

 

Se hai smarrito la tessera elettorale non puoi recarti al seggio a votare se prima non hai ottenuto un duplicato, per il quale è necessario seguire alcuni passaggi.

 

Ricordiamo che la tessera elettorale è gratuita e permanente: essa, infatti, può essere utilizzata finché non vengano esauriti i 18 spazi disponibili e deve essere usata in occasione di ogni elezione o referendum. Quindi, potenzialmente, una tessera elettorale potrebbe durare anche l’arco di un’intera vita.

 

La tessera elettorale viene, di norma, spedita all’elettore, nel suo indirizzo di residenza, direttamente dal Comune. Ciò avviene anche nel momento di compimento dei 18 anni da parte dell’elettore. Se il documento non dovesse pervenire l’interessato può recarsi personalmente presso gli uffici dell’amministrazione comunale (ufficio elettorale) e chiedere l’originale.

 

 

Smarrimento o furto

Innanzitutto è necessario effettuare la denuncia di smarrimento che può essere presentata presso i carabinieri o la polizia.

In verità, con una recente sentenza [1], il Consiglio di Stato ha chiarito che la denuncia può essere depositata anche presso i vigili comunali senza necessariamente recarsi prima in caserma o in polizia. Infatti, anche la polizia municipale ha competenza di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza per cui è possibile presentare direttamente una denuncia di smarrimento presso l’ufficio dei vigili comunali.

 

Subito dopo ci si dovrà recare in Comune per ottenere immediatamente il duplicato della tessera elettorale. Insieme alla richiesta andrà esibita anche la denuncia di smarrimento.

 

L’interessato deve poi compilare una apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (in molti la chiamano autocertificazione), prodotta al momento della stampa del duplicato. Il duplicato viene, di norma, rilasciato a vista, senza dover attendere.

 

L’interessato può delegare al ritiro del duplicato anche un altro soggetto (per esempio un familiare); a tal fine quest’ultimo dovrà presentarsi con un proprio documento d’identità valido, una fotocopia del documento di identità del soggetto delegante, una procura in carta semplice sottoscritta da quest’ultimo, e consegnare il modulo di richiesta compilato e firmato dal delegante medesimo.

 

 

Deterioramento o esaurimento degli spazi

Nel caso di deterioramento o di esaurimento degli spazi per la certificazione dell’esercizio di voto, alla richiesta di duplicato occorre allegare la tessera deteriorata o la precedente tessera. In tal caso, ovviamente, non è necessaria alcuna previa denuncia alle pubbliche autorità.

 

 

Trasferimento di residenza

In caso di trasferimento di residenza da un Comune ad un altro, il Comune di nuova iscrizione nelle liste elettorali provvederà a inviare una nuova tessera elettorale al domicilio dell’elettore, previo ritiro di quella vecchia già in suo possesso.

 

Invece, qualora l’elettore cambi l’abitazione (ma rimanga sempre nello stesso Comune), riceverà un tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera. Se non ha ancora ricevuto la tessera presso il proprio domicilio, l’elettore può recarsi all’Ufficio Elettorale del comune di residenza e ritirarla presentando un documento di riconoscimento.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti