È morto Marco Pannella
Breaking News
19 Mag 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

È morto Marco Pannella

Marco Pannella è morto: aveva 86 anni, compiuti lo scorso 2 maggio. Si è spento poco fa in ospedale dove era stato ricoverato per un aggravamento delle sue condizioni. Già stamattina le sue condizioni erano peggiorate drasticamente, tanto da far temere il peggio.

Pannella verrà ricordato per le sue forti battaglie ideologiche, a capo del partito Radicale. I suoi digiuni di protesta avevano, poco alla volta, indebolito un corpo ormai anziano.

 

Pannella è nato a Teramo nel 1930. Con una laurea in legge, un’esperienza nella gioventù liberale e nell’unione goliardica italiana, ha fondato il partito radicale insieme a Pannunzio, Carandini, Cattani. Una delle sue prime battaglie inizia nel ’65 con la campagna divorzista. Nel 1968 viene arrestato a Sofia dove contesta l’invasione della Cecoslovacchia. Primo grande digiuno gandhiano. “Digiuni di proposta, non di protesta”, amava sottolineare. Nel 1974 conduce l’iniziativa per il no all’abrogazione del divorzio. Un anno dopo, inizia la battaglia per la depenalizzazione delle droghe facendosi arrestare per aver fumato uno spinello in pubblico.

Nel 1981 vince la battaglia per il refendum sul no all’abrogazione dell’aborto. Nel 1976 diventa deputato.

 

“Una vita felice” ha detto lo stesso politico, fino alla fine dei suoi giorni, perché dedicata alla libertà. Marco ha trascorso le sue ultime ore senza soffrire. Una terapia antalgica lo ha difeso dai dolori addominali che lo hanno stremato negli ultimi giorni. Marco ha combattuto con una incredibile energia la sua battaglia per la vita, contro un tumore che lo ha logorato. Un paio di giorni fa, chi gli era accanto ha notato che, dopo l’ennesimo rantolo, con un sorriso amaro ha fatto il gesto di spararsi alla tempia.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti