Super ammortamenti 140 nel modello Unico
Le Guide
25 Mag 2016
 
L'autore
Noemi Secci
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Super ammortamenti 140 nel modello Unico

Super ammortamenti per imprese e professionisti: come si espongono nel modello Unico, per quali acquisti è valido il beneficio.

 

I super ammortamenti, o ammortamenti al 140%, nonostante siano un’agevolazione prevista dalla Legge di Stabilità 2016 [1], possono essere utilizzati anche per gli acquisti effettuati nel 2015: precisamente, il beneficio, che consiste  nella deduzione fiscale del 140% del costo dei beni strumentali, può essere utilizzato per gli acquisti effettuati dal 15 ottobre 2015 sino al 31 dicembre 2016. Pertanto, è già possibile esporre nel modello Unico i beni acquistati nel 2015.

L’incentivo è valido non solo per le imprese ed i professionisti in contabilità ordinaria, ma anche per quelli in contabilità semplificata e per i contribuenti minimi.

 

 

Ammortamento 140: come funziona

Il super ammortamento consiste nell’aumento della deduzione, ai fini fiscali, del 40% del costo dei beni strumentali acquistati: il costo e l’incremento devono essere ripartiti in quote costanti, secondo il coefficiente d’ammortamento della categoria alla quale appartiene il bene.

Ad esempio,  se un professionista acquista un pc a 1.000 Euro, deve registrare l’acquisto in contabilità per quella cifra, ma può dedurre dalle tasse 1.400 euro, con una variazione in diminuzione: la deduzione dalle imposte dovrà essere ripartita in 5 quote annuali, pari al 20% del 140% dell’importo. In “soldoni”, grazie al beneficio, anziché dedurre dalle tasse 200 Euro per 5 anni, il professionista acquirente del pc ne può dedurre 280 per 5 anni.

 

 

Ammortamento 140 contribuenti minimi: modello Unico

Anche i contribuenti minimi possono fruire dell’agevolazione: questi contribuenti, pur non applicando ammortamenti e deducendo, dunque, l’intero costo per cassa, possono godere della deduzione extracontabile del 140%, in quanto l’applicazione del principio di cassa rappresenta unicamente una diversa modalità temporale di deduzione del costo.

All’interno del modello Unico, il costo, maggiorato del 40% deve essere inserito nel quadro LM, nel rigo LM 5, campo 2. Il campo deve essere compilato indicando la somma dei beni strumentali agevolati incrementati.

Ad esempio, se Tizio, contribuente minimo, tra il 15 ottobre e il 31 dicembre 2015 acquista una scrivania del costo di 500 euro, più uno scaffale del costo di 200 euro, dovrà indicare nel campo 2 del rigo LM 5 l’importo di 980 euro, pari al 140% dei costi agevolati sostenuti.

 

 

Ammortamento 140 professionisti: modello Unico

I professionisti devono indicare i costi dedotti, con la maggiorazione, nel quadro RE, rigo RE 7. I beni, se superiori al costo unitario di 516,46 euro, devono essere dedotti in quote costanti, secondo il loro coefficiente di ammortamento.

Ad esempio, se un avvocato acquista un pc a 1800 euro, potrà dedurre l’importo di 2.520 euro in 5 anni, in quote costanti del 20%. Dovrà quindi inserire nel rigo RE 7 l’importo di 504 euro.

 

 

Ammortamento 140 imprese in contabilità semplificata: modello Unico

Per le imprese in contabilità semplificata, il costo del bene strumentale deve essere indicato all’interno del quadro RG, rigo RG 19; l’importo dell’aumento, pari al 40%, dovrà invece essere indicato al rigo RG 22, con il codice 27.

 

 

Ammortamento 140, quali beni rientrano

Ricordiamo che rientrano nell’incentivo i beni strumentali nuovi, compresi gli autoveicoli, anche acquistati in leasing, purché l’atto di trasferimento risulti effettuato tra il 15 ottobre 2015 ed il 31 dicembre 2016.

Sono dunque validi anche gli acquisti precedenti al 15 ottobre 2015, se la consegna o la spedizione del bene risultano effettuate dopo tale data.

 

La legge esclude dal beneficio i seguenti beni:

 

terreni e fabbricati;

– beni con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5% annuo;

beni immateriali;

– veicoli dati in uso promiscuo ai dipendenti.

 

Sono inclusi nella deduzione extra del 40%, come abbiamo osservato,  anche i beni di modesto valore non soggetti ad ammortamento in quote costanti, cioè quelli con costo inferiore a 516,46 euro.

 

 

Super ammortamento: decadenza dal beneficio

In caso di vendita del bene prima che il periodo di ammortamento sia concluso (ad esempio, nel caso dell’avvocato che acquista un pc, prima di 5 anni), si decade dall’agevolazione, ma non devono essere restituite le quote già dedotte: nel quantificare la plusvalenza o la minusvalenza relativa alla cessione, non si deve considerare la maggiorazione del 40%, come se l’agevolazione non fosse mai stata fruita.

 


[1] L. 208/2015.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti