Telefonia mobile: rincari delle tariffe in arrivo da TIM
Lo sai che?
27 Mag 2016
 
L'autore
Daniela Rotunno
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Telefonia mobile: rincari delle tariffe in arrivo da TIM

La TIM ha annunciato rincari di massa delle tariffe telefoniche a partire dal 15 giugno 2016.

 

Il 16 maggio scorso la TIM ha annunciato sul proprio sito internet un aumento delle tariffe: ad essere coinvolti sono quei piani tariffari ricaricabili compresi in “Prime go”.

 

Il rincaro, in vigore dal 15 giugno 2016, costerà ai clienti 49 centesimi in più a settimana e si applicherà sia ai nuovi clienti che attiveranno i piani ricaricabili Prime go che a quelli già attivi.

 

I clienti interessati dalla modifica del piano ricaricabile saranno informati attraverso vari canali: con l’invio di sms personalizzati a partire dal 16 maggio 2016, IVR gratuito 409162 con indicazione delle modifiche tariffarie, servizio clienti al numero 119 o presso i negozi Tim.

 

L’operatore telefonico ha inoltre annunciato innumerevoli vantaggi per i clienti destinatari della modifica contrattuale, tra i quali biglietti gratuiti per il cinema ogni settimana, Calciomercato e Campionato con l’App Serie A Tim, chiamate illimitate verso un numero Tim a scelta, la possibilità di vincere smartphone e premi di ricarica.

 

Non è la prima volta che la Tim annuncia un aumento di massa delle tariffe. La situazione si era già verificata nel marzo scorso. I rincari riguardavano i piani tariffari “Prime” ed anche qui era previsto automaticamente un aumento di 49 centesimi a settimana con la possibilità di effettuare chiamate illimitate e sms illimitati verso un numero Tim.

 

Le associazioni dei consumatori avevano denunciato la pratica commerciale scorretta all’Antitrust. In seguito l’Agcom, Autorità garante per le telecomunicazioni, dopo aver analizzato l’operazione del noto gestore telefonico, lo aveva diffidato dalla realizzazione dell’aumento prospettato.

 

In particolare, l’Autorità aveva rilevato come la Tim avesse imposto in maniera illegittima l’attivazione della promozione Prime, prevedendo una modifica dei prezzi e delle caratteristiche dei servizi senza il previo consenso contrattuale dei clienti, realizzando un’attivazione di costi e servizi non richiesti. In tal caso veniva proposto in misura non corretta l’opt-out, il sistema secondo il quale gli utenti con tariffa prepagata si vedono attivata la promozione automaticamente, salvo la facoltà di chiederne la disattivazione.

 

Secondo l’Agcom, l’opt-out non è vietato, ma in tal caso la modifica contrattuale avrebbe comportato un costo troppo elevato per essere attivata con tale modalità. In seguito alla diffida dell’Autorità la Tim aveva battuto la ritirata, per motivi di trasparenza nei confronti dei propri clienti ed in attesa del lancio di migliori offerte, a suo dire! Adesso a distanza di due mesi ci ha riprovato!

 

 

Come difendersi dal rincaro delle tariffe?

Come è avvenuto per il rincaro delle tariffe “Prime”, l’Aduc, nota associazione dei consumatori ha denunciato i nuovi rincari annunciati da Tim all’Agcom e all’Antitrust.

In questa occasione tuttavia, l’operato del gestore di telefonia mobile potrebbe essere legittimo. Infatti, a differenza della manovra del mese di marzo, l’operatore telefonico consentirà ai propri clienti, coinvolti nella modifica contrattuale, di recedere dal contratto, con un preavviso di almeno trenta giorni e senza costi di disattivazione.

 

La differenza con le modifiche introdotte a marzo è in buona sostanza questa: con le tariffe “Prime” non era stata prevista la possibilità di esercitare il diritto di recesso a seguito della modifica contrattuale, mentre con “Prime Go” sarà consentito.

 

 

Come disattivare “Prime go”?

Se avete ricevuto il messaggio che vi comunica l’attivazione di Prime go e non siete interessati al nuovo servizio, potrete procedere alla disattivazione tornando ad una tariffa base. La procedura può essere effettuata chiamando il numero 409162 richiedendo il passaggio ad un piano tariffario base senza costi aggiuntivi oppure andando sul sito della Tim nell’apposita sezione Prime go.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti