Rinnovo patente scaduta da molti anni
Lo sai che?
1 Lug 2016
 
L'autore
Temistocle Marasco
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Rinnovo patente scaduta da molti anni

È possibile rinnovare una patente scaduta da tanti anni oppure bisogna rifare gli esami?

 

La patente può essere sempre rinnovata, anche se è trascorso tanto tempo dalla sua scadenza. Tuttavia, dopo 3 anni [1], gli uffici della Motorizzazione possono (non devono [2])  disporre la revisione della patente [3] al fine di accertare se sussiste ancora l’idoneità fisica e le abilità teorico-pratiche richieste per condurre un veicolo.

La revisione della patente non scatta in automatico ogni qualvolta venga oltrepassato il limite dei tre anni dalla scadenza, ma  può essere eventualmente disposta solo dopo una valutazione caso per caso, tenendo conto anche delle motivazioni prospettate dal richiedente per giustificare il ritardo.

 

 

Il procedimento di revisione

La revisione della patente può essere disposta per verificare l’idoneità fisica (in tal caso il richiedente si deve sottoporre a visita medica) oppure per verificare le conoscenze teoriche e le abilità alla guida (in tal caso bisogna sostenere nuovamente i quiz e la prova pratica). In questo secondo caso si apre una trafila ben nota: prima i quiz, che è possibile affrontare tramite una scuola guida oppure da privatista presso gli uffici della Motorizzazione Civile; poi la guida su strada, da effettuare su un veicolo corrispondente alla categoria per la quale è stata rilasciata la patente in revisione.

 

 

La procedura per il rinnovo

Il rinnovo delle patenti scadute da oltre tre anni non può essere effettuato con modalità telematica, ma direttamente presso gli uffici della Motorizzazione Civile, per come chiarito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti [4].

 

Da un punto di vista pratico, chi ha la patente scaduta da più di 3 anni deve presentarsi presso la Motorizzazione Civile chiedendo il rinnovo della patente e il duplicato. Gli uffici preposti emettono il nuovo documento di guida e inviano una segnalazione all’ufficio provinciale competente, evidenziando che sono trascorsi più di 3 anni dalla scadenza. L’ufficio che riceve la segnalazione deve quindi stabilire se è opportuno sottoporre il richiedente alla revisione della patente. Se l’ufficio decide per la revisione, deve inviare al cittadino un avviso di avvio del procedimento, per consentirgli di presentare eventuali dichiarazioni o documentazione.

 

Il procedimento di revisione equivale a rifare gli esami. La buona notizia è che non si applica in tutti i casi in cui la patente sia scaduta da più di 3 anni, ma solo in quelli in cui l’ufficio preposto lo ritenga necessario, valutato il singolo caso in tutti i suoi elementi.


[1] Soglia individuata nella circolare n. 16/1971 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

[2] Nota del 26.01.2009 prot. n. 7053, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

[3] Art. 128 C.d.S.

[4] Circolare del 23.09.2014, prot. n. 20423 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti