Causa nulla se decisa da giudice diverso
Lo sai che?
7 Giu 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Causa nulla se decisa da giudice diverso

È nulla la sentenza emessa da un giudice diverso rispetto a quello che ha partecipato alla discussione orale o davanti a cui sono state precisate le conclusioni.

 

Se la causa viene decisa da un giudice diverso rispetto a quello davanti al quale sono state precisate le conclusioni o davanti a cui è stata fatta la discussione orale, la sentenza è nulla. Lo ha detto la Cassazione con una recente sentenza [1].

 

La questione non è nuova in giurisprudenza. Non poche volte, infatti, accade che alla decisione finale del giudizio partecipi un giudice che, invece, non era presente alla discussione orale della causa [2]; così come accade spesso che la sentenza venga emessa da un giudice diverso da quello dinanzi al quale sono state precisate le conclusioni [3]. Potrebbe addirittura verificarsi che alla discussione partecipi un numero superiore di magistrati rispetto a quello previsto.

In tali casi si ha la nullità della sentenza, ma le conseguenze sono diverse a seconda che il vizio venga rilevato in appello o davanti alla Corte di Cassazione. Difatti:

 

  • nel caso in cui tale vizio venga rilevato dalla Corte d’appello, la causa non viene rimessa al giudice di primo grado e la Corte decide nel merito la vicenda ponendo rimedio alla nullità [4];
  • nel caso invece in cui il vizio sia rilevato dalla Cassazione, la causa va rimessa al giudice di appello o al giudice che ha pronunciato in un unico grado per la rinnovazione della decisione.

[1] Cass. sent. n. 11581/16 del 6.06.2016.

[2] Cass. sent. n. 3371/1993.

[3] Cass. sent. n. 1473/1999.

[4] Si rientra infatti nelle ipotesi tassative previste dall’art. 354 cod. proc. civ.

 

Autore immagine: 123rf com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti