Bandi-Concorsi Pubblicato il 9 giugno 2016

Articolo di

Bandi-Concorsi Botteghe di mestiere, 900 tirocini retribuiti

> Bandi-Concorsi Pubblicato il 9 giugno 2016

Aperte le candidature per i tirocini nel progetto Botteghe Di Mestiere e dell’Innovazione: disponibili 900 borse di tirocinio da 500 euro mensili.

 

Botteghe di mestiere è un bando promosso da Italia Lavoro per l’inserimento ed il reinserimento dei giovani nel mondo dell’impiego, attraverso l’insegnamento di mestieri artigianali sia tradizionali che innovativi. Partecipano infatti al programma le aziende di tutta Italia appartenenti al settore dell’artigianato digitale, che utilizzano tecnologie digitali per la fabbricazione di nuovi prodotti o per lo sviluppo di processi produttivi non convenzionali.

Ogni Bottega di Mestiere può ospitare fino a un massimo di 10 tirocinanti, tra i 18 e i 35 anni non compiuti, disoccupati o inoccupati, che avranno così la possibilità di acquisire competenze professionali in attività legate alle produzioni, tradizionali e innovative, del territorio.

Tirocini Botteghe di mestiere: retribuzione

I tirocini avviati nell’ambito del progetto saranno retribuiti. In particolare, a favore dei tirocinanti è prevista una borsa dell’importo di 500 euro mensili, dunque una retribuzione complessiva massima pari a 3.000 euro (in quanto la durata del tirocinio è pari a 6 mesi). La retribuzione del tirocinio non sarà, però, a totale carico delle aziende, ma è previsto un contributo pubblico di 250 euro mensili per ciascun tirocinante avviato.

Ai soggetti capofila, promotori dei tirocini, verrà poi riconosciuto un contributo complessivo pari a 500 euro per ciascun giovane che abbia completato un percorso di tirocinio di durata semestrale.

Tirocini Botteghe di mestiere: aziende

I giovani interessati ai percorsi di tirocinio possono scegliere una delle 92 botteghe di mestiere presenti in tutto il territorio italiano. I mestieri da svolgere sono diversi: dallo chef, al falegname, allo stilista, all’artigiano che stampa in 3d. Ci sono sia mestieri tradizionali che innovativi, anche se è presente una netta prevalenza di imprese del settore agroalimentare, enogastronomico e della ristorazione (oltre il 53% delle aziende iscritte al programma), seguito dalla grande distribuzione organizzata (14,3%), dalla meccanica (11,4%), dall’abbigliamento e moda (oltre il 10%), dal legno e arredo (quasi 5%), fino a settori con percentuali minori come l’artigianato artistico, la cantieristica navale e la stampa.

Il totale dei progetti presentati è di oltre 900 e saranno coinvolte oltre 5.000 persone, tra artigiani e tirocinanti:  ognuna delle 92 botteghe, difatti, riunisce più imprese.

Tirocini Botteghe di mestiere: come fare domanda

È possibile presentare la propria candidatura a partire dal 7 giugno 2016 alle ore 12:00, sino al 30 giugno 2016. Sul sito ufficiale di botteghe di mestiere è possibile scegliere tra le 92 botteghe presenti nel territorio nazionale, in base alla propria regione di residenza ed al mestiere che si desidera imparare. La domanda può essere inviata per una sola bottega e deve essere accompagnata dalla seguente documentazione:

– copia del documento d’identità in corso di validità (o permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari);

– autocertificazione dello stato di disoccupazione o copia del certificato di iscrizione al servizio competente che attesta il predetto stato (centro per l’impiego, centro servizi per il lavoro);

curriculum vitae con autorizzazione al trattamento dei dati.

Per inviare la domanda deve essere compilato l’apposito form online presente nel sito www.botteghemestiereinnovazione.it . La procedura guidata è molto semplice e intuitiva: è però fondamentale indicare un indirizzo email valido per poter confermare l’invio, integrare l’istanza, se necessario e, infine, ricevere l’esito della valutazione formale della candidatura.

Sarà comunque pubblicato un nuovo bando alla conclusione di questa prima selezione.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK