Passaggio di proprietà auto e moto: come si fa
Lo sai che?
14 Giu 2016
 
L'autore
Carlos Arija Garcia
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Passaggio di proprietà auto e moto: come si fa

Le pratiche per l’acquisto o la vendita di una macchina usata devono essere fatte entro i termini di legge, pena salate sanzioni. Il costo: da circa 200€ a quasi 700€.

 

Conviene muoversi subito. Il passaggio di proprietà di auto e moto è una pratica obbligatoria per chi vende o compra un veicolo usato. Non è complicato da fare ma richiede parecchi documenti da presentare entro i limiti di legge.

 

 

Come si fa il passaggio di proprietà auto

La prima cosa da fare è ufficializzare la cessione dell’auto: questo avviene con una dichiarazione di vendita, riportata sul retro del certificato di proprietà, con la firma del venditore e dell’acquirente, firme autenticate da un pubblico ufficiale.

Il passaggio di proprietà si può fare presso lo sportello telematico dell’automobilista che si trova negli uffici dell’ACI-PRA, della Motorizzazione Civile o delle delegazioni ACI abilitate a questo servizio. Occorre portare una marca da bollo da 16 euro e un documento di identità. Se la firma avviene presso la Motorizzazione Civile, si deve chiedere al momento il passaggio di proprietà per avere la certezza giuridica dell’aggiornamento degli archivi. Se, invece, la firma viene autenticata presso altri uffici autorizzati, ci sono 60 giorni di tempo affinché venditore e compratore registrino il passaggio di proprietà all’Ufficio Provinciale dell’ACI – Pubblico Registro Automobilistico. Sarà il PRA a rilasciare il certificato di proprietà aggiornato e a richiedere alla Motorizzazione Civile la nuova carta di circolazione.

 

 

Quali documenti per il passaggio di proprietà auto

L’elenco è lungo. Per il passaggio di proprietà auto occorre presentare:

  • Certificato di proprietà.
  • Atto di vendita, cioè la dichiarazione del venditore con firma autenticata in bollo, redatta sul retro del certificato di proprietà. In alternativa, si può presentare l’atto di vendita in bollo con firma autenticata del vecchio e del nuovo proprietario o, ancora, un atto pubblico o sentenza in copia conforme all’originale.
  • Nota di presentazione al PRA con il codice fiscale dell’acquirente.
  • Carta di circolazione e copia del modulo TT 2119 per richiederne l’aggiornamento.
  • Fotocopia del documento di identità dell’acquirente.
  • Autocertificazione di residenza dell’acquirente se non viene riportata sul documento presentato. Le persone giuridiche dovranno esibire un’autorizzazione sottoscritta dal legale rappresentante. I cittadini extracomunitari residenti in Italia sono tenuti a mostrare il permesso di soggiorno valido. Infine, se l’acquirente è extracomunitario ma parente di un cittadino dell’Unione Europea residente in Italia, dovrà portare una copia della propria carta di soggiorno.

 

 

Quanto costa il passaggio di proprietà auto

Il costo del passaggio di proprietà auto cambia a seconda del luogo di residenza. Le Province hanno la facoltà di modificare l’importo base dell’Imposta Provinciale di Trascrizione al PRA fino ad un massimo del 30%.

 

Ecco le cifre:

  • Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT): da un minimo di 150,81 euro per auto fino a 53 kw; 351 euro per auto fino a 100 kw; fino a 605,48 euro per veicoli da 150 kw in su.
  • Emolumenti ACI: 27 euro
  • Imposta di bollo per la registrazione al PRA: 32 euro se si utilizza il certificato di proprietà come nota di presentazione oppure 48 euro se si utilizza il modello NP3C.
  • Diritti Dipartimento Trasporti Terrestri (DTT): 9 euro più eventuali costi di bollettini postali.
  • Imposta di bollo per aggiornamento della carta di circolazione: 16 euro.

Questi costi possono lievitare se ci si rivolge per la pratica allo sportello di una delegazione ACI o ad un’agenzia autorizzata, che applicheranno le proprie tariffe di intermediazione.

 

E’ prevista la riduzione di un quarto dell’IPT se la richiesta riguarda veicoli storici o speciali.

 

Non si deve pagare l’Imposta Provinciale di Trascrizione se il passaggio di proprietà riguarda un motociclo non d’epoca o una Minivoltura, cioè la vendita di un veicolo a una concessionaria di auto usate. Sono esenti del pagamento anche le auto per alcune categorie di disabili oppure per associazioni di volontariato.

 

Il pagamento deve essere effettuato nello sportello in cui viene effettuato il passaggio di proprietà: l’Ufficio provinciale ACI – PRA (contanti o bancomat, no carte di credito), Motorizzazione Civile (con bollettini postali premarcati a disposizione negli uffici della stessa Motorizzazione) o nella delegazione ACI o agenzia di pratiche auto.

 

 

Mancato registro al PRA del passaggio di proprietà

Come detto, il passaggio di proprietà auto è una pratica obbligatoria. Pertanto, il mancato registro al PRA del trasferimento è passibile una sanzione [1] che prevede, oltre al pagamento di una multa tra 705 euro e 3.526 euro, anche il ritiro della carta di circolazione.


[1] Art. 94 cod. str.

 

Autore immagine: Pixabay.com

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti
19 Giu 2016 settimia di pietro

e se e il venditore che non va a firmare per il passaggio?

 
27 Set 2016 matteo diana

una domanda riguardo all’autocertificazione di residenza, quale e’ la procedura nel caso di cittadino italiano residente all’estero che acquista una macchina d’epoca in italia?