Cassetto fiscale più ricco per gli studi di settore
News
14 Giu 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Cassetto fiscale più ricco per gli studi di settore

Studi di settore, ancora più informazioni nel cassetto fiscale. Più completo l’andamento pluriennale dei dati.

 

Sempre più informazioni condivise con i contribuenti che rientrano negli studi di settore. Da oggi, infatti, si arricchisce il prospetto riepilogativo del cassetto fiscale contenente le informazioni essenziali degli studi presentati in periodi d’imposta precedenti, con nuove annualità a disposizione dei contribuenti (dal 2010 al 2014). È quanto chiarisce l’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa appena diffuso.

 

La novità rientra nella nuova strategia dell’Agenzia delle Entrate che punta ad introdurre nuove e sempre più avanzate forme di comunicazione tra contribuente e Amministrazione finanziaria, anche in termini preventivi rispetto alle scadenze fiscali, in modo da semplificare gli adempimenti, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari, favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili ed eventualmente regolarizzare le violazioni.

 

Più ricco il prospetto pluriennale degli studi di settore. Grazie ai dati presenti nel proprio prospetto riepilogativo, il contribuente potrà consultare per il quinquennio 2010-2014 i principali dati dichiarativi relativi agli studi di settore applicati e quindi inviati anno per anno. Sarà possibile, quindi, verificare l’eventuale presenza di anomalie nei dati dichiarati, per esempio tra le “rimanenze finali” di un anno e le “esistenze iniziali” di quello successivo e, nel caso in cui vengano riscontrati errori o omissioni, regolarizzare la propria posizione.

 


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 
 
Commenti