Auto: acquisto, noleggio lungo o leasing?
Lo sai che?
18 Giu 2016
 
L'autore
Carlos Arija Garcia
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Auto: acquisto, noleggio lungo o leasing?

Alle aziende con un grande parco macchine non conviene il finanziamento. A quelle con una flotta ridotta o ai privati sì. A patto che le detrazioni fiscali siano invitanti.

 

La gestione del parco macchine per un’azienda è un’altra delle voci importanti da mettere a bilancio. Bisogna, pertanto, valutare bene quando conviene acquistarle, fare un noleggio a lungo termine oppure optare per un leasing. Vediamo le differenze tra queste possibilità.

 

 

Noleggio a lungo termine: che cos’è e quanto costa

Per noleggio a lungo termine, chiamato anche full rent, si intende l’utilizzo dell’automobile per un periodo stabilito e ad un certo costo. Quest’ultimo comprende tutti i servizi legati all’uso del veicolo (finanziari, assicurativi, di manutenzione straordinaria e di assistenza). Restano esclusi i costi del carburante ed eventuali multe. Si ha sempre la garanzia di avere un’auto a disposizione: in caso di guasto, la società di noleggio ne fornirà una sostitutiva. Alla fine del contratto, sarà necessario restituire la macchina oppure prolungare il noleggio: non esiste, infatti, l’opzione di riscattare l’auto.

 

 

Noleggio a lungo termine: trattamento fiscale

 

Categoria
Imposte dirette deducibilità
Detraibilità Iva
Veicoli Servizi Veicoli Servizi
Esercente arte o professione
20% (per costi canone noleggio solo fino a €3.615,20 per non più di un veicolo e con ragguaglio annuo) 20% 40%

100% se ad uso esclusivo o messo a disposizione del dipendente verso corrispettivo

40%

100% se ad uso esclusivo o messo a disposizione del dipendente verso corrispettivo

Aziende: uso strumentale all’attività di impresa o adibiti ad uso pubblico 100% 100% 100% 100%
Aziende: uso non strumentale all’attività di impresa 20% (per costi canone noleggio solo fino a €3.615,20 con ragguaglio annuo) 20% 40%

100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendale

40%

100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendale

Aziende ed esercente arte o professione: uso promiscuo a dipendenti per la maggior parte del periodo di imposta 70% 70% 40%

100% se il corrispoettivo addebitato al dipendente è pari al fringe benefit

40%

100% se il corrispoettivo addebitato al dipendente è pari al fringe benefit

Agente o rappresentante di commercio
80% (per costi canone noleggio solo fino a €3.615,20 con ragguaglio annuo) 80% Percentuale di effettivo utilizzo Percentuale di effettivo utilizzo

 

 

Leasing: che cos’è e quanto costa

Il leasing finanziario è una forma di acquisto dell’automobile in un periodo di tempo non inferiore ai 48 mesi (4 anni) che dà al conducente il diritto di riscattare il veicolo. E’ possibile fare dei leasing comprensivi di assicurazione e manutenzione per tutta la durata del canone. Ma, a differenza del noleggio a lungo termine, tutti i servizi e gli adempimenti sono a carico del conduttore.

 

Trattandosi di un finanziamento, la prima cosa da fare è ottenere il fido presentando tutta la documentazione necessaria. Ci sono poi da gestire le questioni relative all’assicurazione, la manutenzione, la tassa di proprietà, la sostituzione delle gomme ed il soccorso stradale. Tutti servizi che possono, comunque, essere compresi nel canone di locazione se si opta per la formula full leasing.

 

 

Leasing: trattamento fiscale

Dal 1 gennaio 2014 è stata abolita l’Imposta Provinciale di Trascrizione per il riscatto del veicolo. Le auto sono deducibili per la metà del periodo di ammortamento purché si dimostri che sono strumentali all’attività d’impresa. Altrimenti, la deducibilità diventa quadriennale.

La percentuale viene calcolata entro un limite massimo che, per le auto è stato stabilito in 18.075,99.

Inoltre, la Legge di Stabilità 2016 ha previsto una maxi deduzione del 40% per i beni acquistati in leasing fino al 31 dicembre 2016.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti