Multe per revisione auto e assicurazione nulle: ci vuole la polizia
News
23 Giu 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Multe per revisione auto e assicurazione nulle: ci vuole la polizia

Mancata copertura assicurativa per la RC-auto e omessa revisione periodica dell’auto: per il Ministero dei Trasporti le multe con le telecamere di tutor e autovelox non sono ancora valide per mancata omologazione.

 

Benché la legge di Stabilità 2016 [1] abbia sdoganato la possibilità di utilizzare le telecamere di tutor e autovelox per elevare le multe da mancata copertura assicurativa (rc auto) e da omessa revisione dell’auto, le eventuali multe accertate in tale modo sono ancora nulle. Ciò perché detti strumenti di controllo elettronico della velocità non sono stati ancora omologati per questo tipo di controlli. È quanto chiarito dal Ministero dei Trasporti con una recente nota [2].

 

Per le contravvenzioni, dunque, relative alla mancata revisione periodica del mezzo o al rinnovo della polizza ci vuole ancora la pattuglia di polizia o dei Carabinieri, che dovranno fermare l’auto prima di procedere al controllo mediante collegamento ai terminali. In attesa che le telecamere oggi in uso per sanzionare gli eccessi di velocità vengano omologate per il nuovo tipo di impiego – impiego che, comunque, dovrà essere reso noto agli automobilisti – i controlli automatici restano ancora vietati.

 

In base al codice della strada [3], tutte le volte in cui l’automobilista non può essere fermato dalla pattuglia, il verbale deve essergli notificato a casa e, in esso, vanno indicati i motivi che hanno reso impossibile la contestazione al momento stesso dell’infrazione. Tale contestazione immediata non è necessaria – e quindi non c’è bisogno della presenza degli agenti di polizia stradale – qualora l’accertamento avvenga mediante dispositivi o apparecchiature omologati per il funzionamento in modo completamente automatico. In definitiva, l’eventuale infrazione può essere accertata in modalità automatica con la possibilità della contestazione differita, solamente previo utilizzo di un dispositivo omologato oppure approvato dal Ministero.

 

Allo stato attuale, però, non risulta approvato o omologato alcun dispositivo funzionante in modalità automatica per l’accertamento della omessa revisione dell’auto o per l’assenza di copertura assicurativa. Dunque le multe non possono essere effettuate tramite i dispositivi automatici (tutor e autovelox) che, oggi, restano quindi utilizzabili solo per le multe da eccesso di velocità.

 

Se invece c’è la polizia? In realtà però la possibilità di contestazione differita risulta ammessa dal codice nel caso, ad esempio, di veicolo lasciato parcheggiato, senza quindi la presenza del conducente a bordo. Oppure se l’infrazione risulta accertata dai vigili contestualmente al passaggio del mezzo davanti alla pattuglia dotata di strumento elettronico di analisi, anche se non omologato. In buona sostanza la pattuglia deve sempre essere presente e i moderni strumenti di controllo del traffico hanno la possibilità di comunicare, in tempo reale, alla pattuglia medesima la regolarità della revisione e della copertura assicurativa del veicolo in transito, anche se non approvati dal ministero. Dunque nessun problema per i controlli seriali semi automatici con la presenza dell’agente. Non essendo ancora possibile attivare alcun controllo in modalità completamente automatica, per mancata approvazione dei dispositivi, non è neppure possibile invitare il conducente ad esibire documenti e fornire informazioni in un ufficio di polizia, conclude la nota.


[1] L. 208/2015.

[2] Min. Trasporti Ministero, parere n. 3311 del 3.06.2016.

[3] Art. 201 cod. str.

 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti
11 Lug 2016 Maurizio Villa

a me è arrivato un invito a presentarmi presso un qualsiasi comando di polizia /carabinieri vigili ecc dove mi è stato contestato che transitavo con la revisione scaduta da due mesi ma non mi hanno fermato perché non era possibile farlo nei tempi utili o nei modi regolamentari posso essere sanzionato comunque da notare che nel frattempo mi sono accorto e ho revisionato il veicolo

 
29 Ott 2016 Alberto Franco

anche a me è capitata una cosa simile. Mi è arrivato un invito a presentami, ho controllato e la revisione era scaduta. Ovviamente ho subito regolarizzato ma non mi sono ancora recato presso la polizia. Potrei avere info su come comportarmi? Sul foglio inoltre non è nemmeno specificato chi ha rilevato il mio passaggio nella via indicata. Grazie.