HOME Articoli

Lo sai che? Pubblicato il 25 giugno 2016

Lo sai che? Assicurazione sul trasloco: costi e diritti

> Lo sai che? Pubblicato il 25 giugno 2016

La legge garantisce a chi cambia casa un risarcimento per i danni procurati da chi trasporta i beni da una casa all’altra. Ma con certi limiti. Conviene sottoscrivere una polizza?

Hai un furgone? No. Un camioncino? Men che meno. Allora, per fare il trasloco, non ti resta che affidarti a un privato. Con le dovute garanzie, però. La legge [1] impone a chi ci porta mobili e beni dalla casa vecchia alla casa nuova il principio della responsabilità vettoriale. Vuol dire che la ditta dei traslochi risponde soltanto dei danni procurati ai beni durante il trasporto. Con un rimborso, peraltro, piuttosto contenuto: ben che vada, un euro per ogni chilogrammo lordo di merce persa o rovinata. Ma di quello che succede durante il carico o lo scarico risponde soltanto il proprietario dei beni. Ecco perché queste ditte propongono spesso un’assicurazione aggiuntiva. Conviene?

Quale assicurazione sul trasloco

La polizza assicurativa sul trasloco viene, ovviamente, calcolata a parte rispetto al costo del trasporto. Ce ne sono di vari tipi.

Quella di responsabilità civile garantisce i danni provocati a terzi durante l’attività di carico o scarico della merce. Ad esempio, se si sbatte e si segna pesantemente la porta del vicino con l’armadio che si sta portando giù dalle scale. O se l’oggetto che si cala dal balcone scivola e colpisce un passante. Possibilmente senza conseguenze irrimediabili.

C’è, poi, la polizza domicilio a domicilio. Una sorta di kasko del trasloco. Copre ogni danno alla merce in ogni possibile circostanza. C’è, comunque, un valore massimo stabilito dal cliente e riportato sul contratto.

Infine, esiste una polizza all risk, simile a quella precedente ma sottoscritta in caso di trasporto aereo o marittimo (ad esempio, per il milanese che si vuole trasferire in Sardegna. O viceversa).

Quanto costa l’assicurazione sul trasloco

Il costo dell’assicurazione sul trasloco è in media tra l’1% e il 2% del valore della merce trasportata. Valore trattabile, a seconda della ditta. Ci sono, comunque, degli accorgimenti da non trascurare prima che il trasloco, anche se assicurato, avvenga.

Ad esempio, se si possiedono oggetti fragili o di valore è opportuno stabilire con la ditta i termini dell’assicurazione. Spesso viene chiesto al proprietario di lasciare impacchettare la merce agli addetti al trasloco, i quali, ovviamente, vogliono accertarsi dell’incolumità dei beni trasportati. Altrimenti, l’assicurazione non coprirà completamente i danni. In ogni caso, è sempre meglio scattare qualche foto agli oggetti di valore o fragili prima che vengano imballati.

Quanto costa un trasloco

Al di là dell’assicurazione, vediamo quali sono i costi di un trasloco. Una premessa: chi sceglie di imballare i propri beni da solo e consegnare agli addetti al trasporto gli scatoloni già fatti (con i rischi già spiegati) può risparmiare fino a 150 euro rispetto al valore totale.

Detto questo, è opportuno verificare che il trasloco venga effettuato da professionisti iscritti all’Albo degli Autotrasportatori per conto terzi. Poi, fatto un giro di preventivi, invitare la ditta scelta a fare un sopralluogo nella casa da svuotare ed in quella da riempire.

Il costo medio di un trasloco nella stessa città (in distanze brevi) è di circa 650 euro, compreso di imballaggio, carico e scarico, assicurazione esclusa. Chiaramente, più la distanza tra una casa e l’altra è lunga o più sono grandi i colli da caricare e scaricare, più il costo è soggetto ad un aumento. In altre parole, portare via un comò o un pianoforte a coda non è la stessa cosa, nemmeno in termini economici.

Per quanto riguarda il trasloco da città a città, i costi possono arrivare a circa 5.000 euro per un trasporto da Milano a Roma (o una distanza equivalente) e a 10.000 euro per uno trasloco internazionale in un Paese europeo.

note

[1] Art. 1693 cod. civ.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK