Decreto banche e modifiche al codice approvati in via definitiva
Breaking News
29 Giu 2016
 
L'autore
Redazione
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore
 

Decreto banche e modifiche al codice approvati in via definitiva

Entra in vigore la banca dati pubblica con il registro dei debitori: vendite immobiliari con svendita dell’immobile alla quarta asta.

 

Poche ore fa la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il testo del disegno di legge di conversione, con modificazioni, del decreto legge 3 maggio 2016, n. 59, recante disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitoti in banche in liquidazione. Il testo era già stato approvato, con fiducia dal Senato lo scorso 9 giugno. Il Governo incassa la fiducia e si conclude così l’iter di conversione del cosiddetto decreto banche.

 

 

Modifiche al codice di procedura: cambiano le esecuzioni 

La riforma modifica anche numerose disposizioni del codice di procedura civile in materia di esecuzione forzata, pignoramento mobiliare e immobiliare (per leggere il testo aggiornato, con il confronto tra le vecchie e le nuove norme, vai a “Le modifiche al codice di procedura civile dopo il DL 59/2016”). In particolare, viene prevista la possibilità del giudice dell’esecuzione di disporre un quarto, esperimento d’asta laddove i primi tre siano risultati infruttuosi, con base d’asta ridotta della metà: leggi “Le banche svenderanno gli immobili pignorati prima della riforma”.

 

 

Patto marciano e pegno mobiliare non possessorio

È stata inoltre introdotta la possibilità di applicare il patto marciano anche ai contratti già esistenti, mentre il pegno mobiliare non possessorio consentirà agli imprenditori di concedere in pegno beni mobili destinati all’esercizio dell’impresa senza subirne lo spossessamento. Per quanto riguarda le procedure esecutive e le operazioni di vendita dei beni pignorati si prevede la redazione di un elenco di professionisti, secondo le modalità e i requisiti che verranno stabiliti dal Ministero della Giustizia.

 

 

Registro delle procedure esecutive

Nasce un registro pubblico delle procedure di espropriazione in cui confluiranno tutti i debitori che hanno in corso una vendita immobiliare, una procedura di sovraindebitamento o un piano di ristrutturazione o risanamento (leggi “Nasce il registro informatico dei debitori”). Viene così prevista l’introduzione del Registro delle procedure di espropriazione forzata immobiliari, delle procedure di insolvenza e degli strumenti di gestione della crisi che i creditori potranno consultare in via telematica, creando così una banca dati che consentirà di verificare in tempo reale l’andamento delle procedure concorsuali a cui sono soggetti i propri debitori.


 


richiedi consulenza ai nostri professionisti

 


Download PDF SCARICA PDF
 
 
Commenti